Acciuga

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Acciughe nel mar Ligure

Citazioni sull'acciuga o alice.

  • – Acciughe, sa? Quei pesciolini senza testa... [...]
    – Mi dispiace deluderti, Fry, ma le acciughe sono estinte dal lontano 2200. [...] Purtroppo le ultime le hanno pescate più o meno nel periodo in cui la tua gente arrivò sulla Terra, vero Zoidberg?
    – Questo non è un processo!
    – Quindi nessuno di voi ha mai mangiato acciughe? Clamoroso! Non sapete che vi siete persi! Erano tutte salate, oleose, ti si scioglievano in bocca...
    – Basta, smettila! Sì, lo ammetto: le ha pappate la mia gente. Non facevamo che ripetere: "Un'altra e poi basta" finché non finirono. Ci dispiace.
    – Ah, avrei solo voluto farvi assaggiare la loro squisitezza. (Futurama)
  • Le acciughe fanno il pallone | che sotto c'è l'alalunga | se non butti la rete | non te ne lascia una || alla riva sbarcherò | alla riva verrà la gente | questi pesci sorpresi | li venderò per niente. (Fabrizio De André)
  • – Ok, amici miei, preparatevi ad assaggiare l'animale estinto più delizioso che abbiate mai gustato. [...]
    – Che schifo!
    – All'inizio non piace a nessuno, ma poi ti conquista. (Futurama)
  • Solo le acciughe vengono catturate mentre confluiscono dentro [il Ponto] e non vengono viste uscire. Quando però qualcuna di esse viene pescata nei pressi di Bisanzio, i pescatori compiono un rito per purificare le loro reti, perché non è una cosa usuale che le acciughe escano. La causa di questo fenomeno sta nel fatto che solo questi pesci risalgono l'Istro nuotando controcorrente, e, nel punto in cui il fiume si biforca, si immettono nell'Adriatico. La prova di ciò è che lì accade l'esatto contrario. Le acciughe infatti non sono mai pescate quando confluiscono nelle acque dell'Adriatico, ma quando ne escono. (Aristotele)

Altri progetti[modifica]