Albin Ekdal

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Albin Ekdal (2018)

Albin Ekdal (1989 – vivente), calciatore svedese.

Citazioni di Albin Ekdal[modifica]

  • Chiellini in campo sa essere un maiale, se vuole. Quando arrivai alla Juve mi trattava benissimo, quasi come un fratellino, non avevo la patente e mi scorrazzava in giro. È una persona eccezionale, ma in campo si trasforma, diventa un altro. Gli piace fare scena e influenzare gli arbitri, classica roba italiana, e poi è un cascatore.[1]
  • I ragazzi omosessuali dovrebbero accettarsi per quello che sono anche nel mondo del calcio. Il fatto che sia un mondo praticamente senza omosessuali dichiarati sottintende l'esistenza di un problema. [...] Molte persone si comporterebbero come vorrebbero se l'omofobia non fosse così forte. Gli insulti sono ovunque, dalle classi agli spogliatoi. Se fossi omosessuale e sentissi certi discorsi, sarebbe difficile fare coming out. Il rischio è che, alla fine, un giocatore omosessuale smetta di giocare a calcio. Ma ognuno dovrebbe essere libero di giocare, a prescindere dal suo orientamento sessuale. Ma per ogni giocatore che smette, la perdita è doppia: sia per l'individuo, sia per il mondo del calcio in generale. [...] Essere omosessuale non ti definisce come persona, indica soltanto chi ami. Dovrebbe essere una cosa ininfluente rispetto al gioco del calcio.[2]

Note[modifica]

  1. Durante la conferenza stampa alla vigilia della partita Italia-Svezia, valevole per la fase a gironi di Euro 2016; citato in Claudio Torre, Euro 2016, Ekdal attacca Chiellini: "In campo un maiale", Ilgiornale.it, 17 giugno 2016.
  2. Da un'intervista ad Aftonbladet; citato in Daniele Fantini, Albin Ekdal: "I calciatori gay ci sono, ma hanno paura. Dovremmo imparare dal calcio femminile", Eurosport.com, 2 agosto 2019.

Altri progetti[modifica]