Ambra Sabatini

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Ambra Sabatini nel 2021

Ambra Sabatini (2002 – vivente), atleta paralimpica italiana.

Citazioni di Ambra Sabatini[modifica]

  • [Sul suo ragazzo] Alessandro, fa atletica anche lui. Ci conosciamo dalle medie, ma eravamo solo amici. Quando ero in ospedale, come regalo per il suo compleanno chiese ai suoi di farsi portare da me a Firenze.[1]
  • [Sul suo debutto agonistico] Feci una gara a Siena: caddi alla partenza e all'arrivo. La settimana dopo agli Assoluti di Iesolo incontrai Monica a Martina. Con le protesi facevo molta fatica. Cambiò tutto quando la Fispes, la Federazione paralimpica che segue l'atletica, mi permise di utilizzare una protesi fatta dall'Inail.[1]
  • [Sul podio tutto italiano nei cento metri alle Paralimpiadi di Tokyo 2020: lei prima, con record del mondo, Martina Caironi seconda e Monica Contrafatto terza] Mi ero immaginata centomila finali diversi. Così belli mai. [...] Vincere così è meraviglioso. Fra noi c'è un bel clima. In questi mesi ho passato molto tempo con Martina e Monica, siamo amiche e nello sport l'amicizia è più solida.
  • [Sull'amputazione della gamba sinistra all'età di 17 anni a causa di un incidente stradale] Stavo andando agli allenamenti, l'atletica faceva già parte della mia vita. Fu fondamentale la mia famiglia: mamma, papà e mio fratello sono punti di riferimento.[1]
  • Un amico mi fece avere un video che Alex Zanardi aveva fatto per me. Fu importante. Quando ho saputo del suo incidente ho pianto. Ma lui non molla, lo so. Lo ha insegnato a me, a noi tutti.[1]

Note[modifica]

  1. a b c d Dall'intervista di Claudio Arrigoni, Ambra, il sogno è realtà: «Nella nuova vita dopo l'amputazione ho trovato oro e amore», Corriere della Sera, 5 settembre 2021.

Altri progetti[modifica]