Anamaria Vartolomei

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Anamaria Vartolomei (1999 – vivente), attrice rumena naturalizzata francese.

Citazioni di Anamaria Vartolomei[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Ci sono tre cose che mi fanno desiderare di accettare un ruolo: la voglia di difendere il personaggio che mi viene offerto, l'interesse per la sceneggiatura e l'intesa con il regista. Per un attore, non è importante tanto quello che siamo capaci di fare, ma con chi lo facciamo. Quest'estate ho recitato con Audrey Diwan che mi ha dato una libertà straordinaria e che si è rivelata la partner perfetta. È stato un vero incontro artistico.[1]
Il y a trois choses qui me donnent envie d’accepter un rôle : c’est mon envie de défendre le personnage qu’on me propose, mon intérêt pour le scénario et l’entente avec le réalisateur. Pour un acteur, ce n’est pas tant ce que nous sommes capables de faire mais avec qui nous le faisons. Cet été, j’ai joué avec Audrey Diwan qui m’a donnée une liberté extraordinaire et qui s’est avérée être la partenaire idéale. C’était une vraie rencontre artistique.
  • La prima volta che sono rimasta scioccata nel vedere un'attrice recitare è stata Gena Rowlands in Una moglie di John Cassavetes. Personalmente, sono molto colpita dalla voce degli attori. Romy Schneider, per esempio, aveva un timbro di voce straordinario.[1]
La première fois que j’ai eu un choc en voyant une actrice jouer c’était Gena Rowlands dans «Femme sous influence» de John Cassavetes. Personnellement, c’est la voix des acteurs qui me marque beaucoup. Romy Schneider par exemple avait un timbre de voix extraordinaire.
  • Vivo ancora con i miei genitori, quindi non è difficile per me vivere del mio lavoro. Ho provato a frequentare l'università, ma non vedo cosa potrei fare se non l'attrice. Quando trovi qualcosa che ti piace, è difficile investire in un piano B.[1]
Je vis encore chez mes parents donc ce n’est pas compliqué pour moi de vivre de mon métier. J’ai essayé la fac mais je ne vois pas ce que je pourrais faire d’autre qu’être comédienne. Quand vous trouvez quelque chose qui vous plait c’est difficile de s’investir dans un plan B
  • [Sul sentimento che le suscita l'aborto che è costretta a praticare clandestinamente il personaggio, una ventenne francese del 1963, che lei interpreta nel film L'Événement, Leone d'oro alla 78ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia] Il sentimento più forte è una grande rabbia. Provo a mettermi nei suoi panni, pensare quanto fosse non poter scegliere della propria vita, se non a rischio del carcere e della morte, come accadeva. E rabbia anche al pensiero che non si tratta di una storia conclusa. In Francia la legge passò nel 1975. Ma la cronaca ci restituisce vicende simili, in troppi Paesi l'aborto è ancora un crimine. O rischia di diventarlo come in Texas. Pazzesco pensare che in certi luoghi del mondo le donne non siano libere di decidere del proprio corpo.[2]
  • [Sulla sua passione per la recitazione] L'ho capito a scuola, facendo un corso di teatro. Ho iniziato a cercare su Internet gli annunci dei provini, e sono stata presa a dodici anni per My Little Princess di Eva Ionesco con Isabelle Huppert. Il suo agente mi ha notato e da li è iniziato tutto.[2]

Note[modifica]

  1. a b c (FR) Dall'intervista di Margaret Macdonald, Anamaria Vartolomei: "Romy Schneider avait un timbre de voix extraordinaire", parismatch.com, 10 maggio 2021.
  2. a b Dall'intervista di Stefania Ulivi, «Provo ancora rabbia» Vartolomei: pazzesco pensare che in alcuni Paesi le donne non possano decidere del proprio corpo, Corriere della Sera, 13 settembre 2021.

Altri progetti[modifica]