Anche gli angeli mangiano fagioli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Anche gli angeli mangiano fagioli

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Anche gli angeli mangiano fagioli
Paese Italia
Anno 1973
Genere Azione, commedia, poliziesco
Regia Enzo Barboni
Soggetto Enzo Barboni
Sceneggiatura Enzo Barboni, Tulio De Micheli, J. Fortini, Ángel G. Gauna, Marie Claire Solleville
Attori

Anche gli angeli mangiano fagioli, film italiano del 1973 con Bud Spencer e Giuliano Gemma, regia di Enzo Barboni.

Frasi[modifica]

  • Un giorno ti racconterò la mia storia, c'è da rabbrividire. (Sonny) [Rivolto a Charlie]
  • C'è solo una cosa che rende bene, oggigiorno: il crimine! (Sonny) [Rivolto a Charlie]
  • Il capo è sempre così allegro? (Charlie) [Rivolto al gangster]
  • Tu hai il cuore di burro. (Charlie) [Rivolto a Sonny]
  • Sentite, io non voglio passare il resto della mia vita a disegnare santi sui marciapiedi. (Charlie)
  • E crederesti che ti crediamo? (Sonny) [Rivolto a Gerace]
  • Come sta il mio bombardiere? (Charlie)
  • Di cosa ti lamenti fratello, anche gli angeli mangiano fagioli. (ragazza dell'esercito di salvezza)
  • L'aggeggio della roulotte è impazzito, e vomita dollari, e il tuo conto sembra un debito di guerra. (Charlie) [Rivolto a Sonny]
  • [A Sonny, che indossa la divisa dell'esercito di salvezza] Vestiti da uomo, andiamo a piedi, non prendiamo l'ascensore. (Charlie)
  • [Al tavolo della roulette] Rien va plus signori, che vuol dire "non ci provate". (Il croupier)
  • Di uomini arrugginiti non so che farmene, quelli vanno bene per lavorare con la famiglia Colosimo! (Angelo) [Nella sauna, rivolto a Sonny e Charlie]

Dialoghi[modifica]

  • Sonny: È la prima volta che uccidi.
    Charlie: No, e tu?
    Sonny: Te l'ho detto no, tremeresti se ti dicessi...
    Charlie: Non me lo dire che è meglio...
  • Senatore O'Riordan: Voi non sapete chi sono io, io sono...
    Charlie: Tu sei un vecchio paravento, ma con noi non attacca.
  • Angelo: Così i miei paesani non vi hanno intimidito...
    Sonny: Si ci stavano provando, però poi Charlie gli ha dato la benedizione e loro hanno fatto il pieno delle mutande.
  • [Sonny suona dei piatti mentre Charlie sta mangiando dei fagioli]
    Charlie: Piantala fratello.
    Sonny: Che forse ti molesto.
    Charlie: No, e che proprio me li hai rotti... i timpani!
  • Angelo: Sei irlandese?
    Charlie: Purosangue capo!
    Angelo: Non mi piacciono gli irlandesi, sono cattolici, e protestanti anche.
  • Charlie: Io aiutavo i vecchi e i minorati ad attraversare la strada, e poi in pieno traffico gli sfilavo i portafogli, e li piantavo li come i chiodi.
    Angelo: Mmmmh, a mio padre fecero uno scherzo simile.
  • [Charlie vuole convincere Sonny a sconfinare]
    Charlie: Andiamo.
    Sonny: Ma sei impazzito.
    Charlie: Senti 51%, mica credi di trasportare un fratello ebete che contenti con un gelato.
    Sonny: Ma cos'hai tu contro i gelati?
    Charlie: Se stasera non portiamo i 1000 dollari ad "allegria" gelati lo diventeremo noi, nei frigoriferi dell'obitorio.
  • Gangster di Angelo: Angelo ha scommesso 2000 dollari sui tuoi avversari, e Angelo non ha mai perso.
    l'uomo del mistero: Vorrà dire che perderà stasera.
  • [il gangster di Angelo dà una pacca sulla spalla a Charlie]
    Gangster di Angelo: Ci piacete.
    Charlie: Questo ce l'hai già detto, ma tieni le mani a posto se non vuoi andare in giro con una manica vuota appuntata sulla spalla.
  • Charlie: Chi è che paga?
    gangster di Angelo: Un tipo sempre allegro.
    Charlie: E facciamoci questa risata.
  • Gerace: Signor Charlie, non so come ringrazarla, finalmente siamo riusciti...
    Charlie: ...a tirare la catena.
  • [McIntosh, mentre interroga l'informatore Giuda, riceve una telefonata che informa dell'uccisione di otto uomini della famiglia di Angelo]
    McIntosh: Un altro paio di round come questi, e la città sarà ripulita.
    Giuda: è un guaio per me, resterei disoccupato.
  • [Charlie ha appena detto a Cobra di tagliare una corda]
    Charlie: E fa presto, perché "Sorriso" diventa nervoso.
    Angelo: Come mi hai chiamato?
    Charlie: Sorriso!

Altri progetti[modifica]