Angeli con la pistola

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Angeli con la pistola

Immagine Hope Lange in Pocketful of Miracles.jpg.
Titolo originale

Pocketful of Miracles

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1961
Genere Commedia
Regia Frank Capra
Soggetto Robert Riskin, Damon Runyon
Sceneggiatura Hal Kanter, Harry Tugend, Jimmy Cannon
Produttore Frank Capra
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Note
  • Golden Globe 1962: Miglior attore in un film commedia o musicale (Glenn Ford)

Angeli con la pistola, film del 1961 con Glenn Ford e Peter Falk, regia di Frank Capra.

TaglineUna satira sulla mafia americana degli Anni Trenta

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Signore, c'è un signore piuttosto primitivo! (Hutchins, rivolto a Dave, riferendosi a Carmelo)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Darcey si lamenta con Dave "lo Sciccoso" nella "piccola Svizzera", un tir appositamente adibito per ospitare Darcey ed i suoi scagnozzi]
    Dave: Ma perché non ti calmi Darcey, eh? Non ti agitare, sei mio ospite.
    Darcey: Sono tuo ospite... non ti è venuto in mente che potrei essere tuo prigioniero? Non c'hai pensato?
    Dave: Eh! Già, m'era venuto in mente...
    Darcey: Sì... e allora cerca di ricordare un tizio che si chiama Sam "Braccia di legno": anche lui una volta voleva sequestrarmi.
    Piccolo: "Braccia di legno"... non è quel tipo che sta sempre così? [Allargando le braccia sui fianchi]
    Dave: Ehm, già, è stata la fiamma ossidrica sotto le ascelle...
  • Dave: Non sai che è proibito portare armi da fuoco a New York, Darcey? Non è vero, Carmelo?
    Carmelo: Vero è, qui a New York il porto d'armi ci vuole.
  • Darcey: Io ho, diciamo otto, dieci candidati per questo lavoro, tutti in gamba, duri, tipi decisi, e potrei scegliere uno qualunque di loro. Ora prova un po' a dirmi, in dieci parole o meno, come un telegramma, perché Steve Darcey dovrebbe dare la zona di New York a Dave "lo Sciccoso". Su sputa.
    Dave: Ottima domanda. Vero Carmelo?
    Carmelo: Bellissima.
    Dave: Sai rispondere?
    Carmelo: No.
    Dave: Hai domande?
    Carmelo: Sì.
    Dave: Avanti: in dieci parole, come un telegramma.
    Carmelo: Pecché Dave "lo Sciccoso" dovrebbe dare la zona di Novi York a Darcey? Sono trecidi, ma...
  • Darcey: Noi chiediamo all'esclusivista un versamento di 50.000$, in piccoli tagli, come pegno di buona fede.
    [Dave fa per lasciare il luogo di incontro, ma Darcey lo ferma]
    Darcey: Un momento. Non ti interessa?
    Dave: No, per ora no. Perché vedi io sono un pesce a cui non va di saltare nel laghetto di nessuno, a meno che non mi siano versati 100.000$ in contanti, come pegno della tua buona fede.
    Darcey: Vorresti che il sindacato pagasse te?
    Dave: Io sono fortunato, non lo sai?
  • Darcey: Ho detto che il tuo stile mi piace, ma anche tu conosci le regole, ragazzo. Il re fa un'offerta, il re riceve un rifiuto: il re perde la faccia...
    Dave: Per un re quel cappotto non è male. Tienitelo.
    [Dave abbandona la "piccola Svizzera"]
    Darcey: O quello lavorerà per me o non lavorerà affatto.
    Scagnozzo: Io comincerei a preparare la fiamma ossidrica...
  • Carmelo: Senti, senti Farfalletta, sei il miglior agente della città o sei soltanto un fanfarone? Dunque che c'è?
    Farfalletta: Non mi incanti con le chiacchiere: vuoi quattro guardie del corpo? 100$ alla settimana e 100$ per me.
    Carmelo: Armati?
    Farfalletta: Oh, allora per me 200$!
    Carmelo: Perché? Le pistole ce le hanno loro.
    Farfalletta: Ma sono io che ho il porto d'armi!
  • Carmelo: Senti amico, tu mi sei debitore di un favore!
    Farfalletta: Ma non di quattro stelle del cinema!
    Carmelo: Quando eri nei guai, non ti contrabbandai fuori di città con la "piccola Svizzera"?
    Farfalletta: Ε per questo che vuoi, mia moglie?
    Carmelo: Quale?
  • Dave: Tu! Dove credi di andare?
    Hutchins: Be', io fuggo la nave che affonda, signore. Con il mio soffio al cuore non posso sopportare i finali tristi, così vado a raggiungere il signor Kent all'Avana.
    Dave: Con le gambe rotte?
    Hutchins: Veramente le mie gambe non sono... Oh. Oh! Apprezzo la sfumatura, signore, sì, grazie signore, sì, non c'è di che.

Altri progetti[modifica]