Angelo Arpa

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Angelo Arpa (1909 – 2003), critico cinematografico, scrittore, gesuita e produttore cinematografico italiano.

Citazioni di Angelo Arpa[modifica]

  • [Su La dolce vita] Eminenza, non è un film facile. Per certi versi è un film inquietante, ma nuovo per lo stile e le suggestioni. È imprevedibile l'impatto che avrà sulla gente, ma il pubblico andrà a vederlo in massa.[1]

Citazioni su Angelo Arpa[modifica]

  • Conobbi un altro pazzo davvero interessante. Si chiamava Padre Arpa. Un gesuita. Una specie di mecenate coltissimo. Incoraggiò Fellini e lo difese dagli attacchi della censura, all'epoca della Dolce vita. Finanziò il mio secondo Caligola. Pochi milioni, tanti all'epoca. (Carmelo Bene)
  • Padre Arpa dirigeva il "Colombianum", un istituto gesuitico molto importante in città, a piazza de' Ferraris. Per finanziare me, non pagò lo stipendio di cinque, sei mesi agli impiegati. Lo appresi in seguito perché scoppiò un gran casino sui giornali. Padre Arpa ebbe fede. Istantanea. Miracoli che accadono. Gli feci vedere le recensioni di Roma, ma non ce n'era bisogno. "Mi basta vedere lei, il cielo la benedica". Era un grande conoscitore di teologia, Padre Arpa. Con lui si conversava di Giansenio e Port-Royal. Era una specie di Loyola. Uno fattivo. (Carmelo Bene)

Note[modifica]

  1. A Giuseppe Siri, dopo la visione del film; citato in Padre Arpa rivela: «Il film "La dolce vita" causò molta apprensione in Vaticano», La Stampa, 17 gennaio 1997, p. 26.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]