Angelo Pezzana

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Angelo Pezzana (1940 – vivente), attivista e politico italiano.

Citazioni di Angelo Pezzana[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Penso che Busi sia davvero un autentico scrittore con doti fuori dalla norma. Questo non mi impedisce di sorridere alle sue, peraltro deliziose, iperboli. Ma c'è anche un secondo Aldo Busi, ilare e sereno, niente affatto aggressivo, attento e interessato a chi gli sta di fronte, curioso del mondo, grande lettore e critico meditato. Mai banale, mai scioccamente vanitoso. Un uomo che possiede doti non solo letterarie ma anche umane.[1]
  • In particolare c'era la sinistra comunista dove regnava un'ipocrisia identica a quella cattolica. Basterebbe ricordare il rapporto tra Togliatti e Nilde Iotti, assolutamente emblematico. Avevano le loro motivazioni: in Russia gli omosessuali venivano condannati a dieci anni di carcere duro, cioè di gulag. Quando a sinistra furono costretti dalle manifestazioni del 1972 a parlare di omosessualità, ricorsero all'espressione "terzo sesso". Solo tempo dopo arrivò "diversi".[2]

Note[modifica]

  1. Da Un omosessuale normale, Nuovi Equilibri; citato in Ci vogliono i coglioni per esser froci, Radicali.it, 27 gennaio 2011.
  2. Citato in Paolo Conti, «Quella Torino in cui era vietato parlare dell'omosessualità», Corriere della Sera, 14 agosto 2012, p. 22.

Altri progetti[modifica]