Arturo Carlo Quintavalle

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Arturo Carlo Quintavalle (1936 – vivente), storico dell'arte e accademico italiano.

Citazioni di Arturo Carlo Quintavalle[modifica]

  • Nel 1966 "Gente" pubblica, col titolo Requiem per un paese, un documento di Faganello sull'alluvione a Ischiazza in Val di Cembra. Le foto che vediamo parlano chiaro e la storia è semplice. Comincia dal prelievo delle reliquie dalla chiesa, il Crocifisso, la lunga processione, e continua con il ritiro delle masserizie, la strada degli uomini carichi come animali, fino alla consegna delle chiavi delle nuove case, al discorso davanti alla foto delle case distrutte. Infine, giunge il momento del ritorno, la veduta dall'alto del paese distrutto, del paese ridotto a rovina che in qualche modo torna a essere come una pietra, come la terra, "natura". Siamo negli anni Sessanta eppure lo stile di Faganello è chiaro, modella il racconto con l'efficacia della fotografia del decennio precedente, modella l'immagine prendendo a spunto la cultura della foto realistica e di quella di cronaca, tenendo cioè presenti due culture fotografiche, quella del documento civile venuta fuori da noi con "Il Mondo" e con "Il Politecnico" e derivata da Dorothea Lange e dalla FSA, prima che da altre fonti, e quella della "foto di cronaca" che vede come antesignani, da noi, la parigina Magnum e le sezioni, dette di documentazione, dei concorsi fotografici degli anni Cinquanta.[1]

Note[modifica]

  1. Da Flavio Faganello: narratore per immagini; in Storie di una storia. Immagini dal Trentino Alto Adige, fotografie di Flavio Faganello, Mazzotta, Milano, 1986, p. 17. ISBN 88-202-0679-8

Altri progetti[modifica]