Assiria

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
In rosso il cuore storico dell'Assiria, in arancione la sua massima estensione

Citazioni sull'Assiria.

  • Ecco, l'Assiria era un cedro del Libano, | bello di rami e folto di fronde, alto di tronco; | fra le nubi era la sua cima. | Le acque lo avevano nutrito, | l'abisso lo aveva fatto innalzare | inviando i suoi fiumi | attorno al suolo dov'era piantato | e mandando i suoi ruscelli | anche a tutti gli alberi dei campi. | Per questo aveva superato in altezza | tutti gli alberi dei campi: | i suoi rami si erano moltiplicati, | le sue fronde si erano distese | per l'abbondanza delle acque, durante la sua crescita. | Fra i suoi rami fecero il nido | tutti gli uccelli del cielo, | sotto le sue fronde partorirono | tutte le bestie selvatiche, | alla sua ombra sedettero | tutte le grandi nazioni. (Libro di Ezechiele)
  • Il Signore degli eserciti ha giurato: | "In verità | come ho pensato, accadrà | e succederà come ho deciso. | Io spezzerò l'Assiro nella mia terra | e sui miei monti lo calpesterò. | Allora sparirà da loro il suo giogo, | il suo peso dalle loro spalle". (Libro di Isaia)
  • Oh! Assiria, verga del mio furore, | bastone del mio sdegno. | Contro una nazione empia io la mando | e la comando contro un popolo con cui sono in collera | perché lo saccheggi, lo depredi | e lo calpesti come fango di strada. | Essa però non pensa così | e così non giudica il suo cuore, | ma vuole distruggere | e annientare non poche nazioni. (Libro di Isaia)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]