Benedetta Tobagi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Benedetta Tobagi

Benedetta Tobagi (1977 — vivente), giornalista e scrittrice italiana.

Citazioni di Benedetta Tobagi[modifica]

  • Ad agosto saranno 40 anni dal feroce massacro alla stazione di Bologna, e il 2020 si apre portando alle 85 vittime e al Paese un tassello di verità in più. La condanna di Gilberto Cavallini è importante perché indica strade da approfondire, oltre a corroborare le sentenze di condanna già pronunciate contro i Nar Mambro, Fioravanti e Ciavardini.[1]
  • A parte un ristretto manipolo di collaboratori di giustizia, da decenni i neofascisti vecchi e nuovi negano strenuamente - a dispetto delle evidenze giudiziarie e storiche - ogni coinvolgimento nello stragismo e i legami con i servizi segreti. Si atteggiano a giustizieri, soldati in guerra, una minoranza vessata, coraggiosa, romanticamente solidale.[2]
  • Esisteva davvero quell’“organizzazione eversiva capace di porsi come centrale operativa del terrorismo di destra” che perseguiva “un progetto di condizionamento politico della democrazia in Italia” ipotizzata dai primi inquirenti? Storicamente, ci sono pochi dubbi che un simile progetto sia esistito e la P2 ne sia stata una punta di diamante.[3]
  • In Italia esiste una vivacissima subcultura di destra che, oltre a idealizzare il fascismo, nega il coinvolgimento – largamente provato – dell’estrema destra nelle stragi. E addirittura sin dagli anni Settanta si nasconde dietro lo slogan della “strage di Stato”, quindi i neri non c’entrano.[4]

Incipit di Come mi batte forte il tuo cuore[modifica]

— Mi perdoni la domanda, ma lei...
— Forse non lo sa, ma ha un cognome illustre...
— Tobagi? Come il giornalista?
— Lei è per caso parente?
— Quel Tobagi?
Sì.
Sì, era mio padre.

Note[modifica]

  1. Da Un pezzo di verità in più, la Repubblica, 10 gennaio 2020, p. 34.
  2. Da Una luce sulla strage di Bologna, Rep.repubblica.it, 1 agosto 2018.
  3. Da I burattinai della strage, la Repubblica, 16 febbraio 2020, pp. 22-23.
  4. Da intervista di Simonetta Fiori, Piazza Fontana storia infinita di un processo, la Repubblica, 7 giugno 2019, pp. 36-37

Bibliografia[modifica]

  • Benedetta Tobagi. Come mi batte forte il tuo cuore. Storia di mio padre, Einaudi, 2009. ISBN 9788806198886.

Altri progetti[modifica]