Carine Roitfeld

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Carine Roitfeld nel 2006

Carine Roitfeld (1954 – vivente), editrice, giornalista ed ex modella francese. 

Carine Roitfeld, "irreverent"

Intervista di Camilla Baresani, iO Donna, agosto 2011; ripubblicata in camillabaresani.com.

  • È il mio primo giorno coi tacchi. Sono appena tornata da un mese di vacanza tra Palm Beach – conosce il Parker hotel? Meraviglioso! – e i 40 gradi secchi della Monument Valley, nello Utah. Jeans e sandali bassi. Coi lacci, perché non uso le flip flop. Non sopporto il rumore che fanno.
  • [In riferimento ai retroscena che l'hanno indotta a dimettersi da direttrice di Vogue France] Non è chic parlare di chi ti ha tradito. Si smette di pensarci. È una lezione che ho imparato da mio padre. Per dieci anni sono stata molto felice e in dieci anni abbiamo fatto un grande lavoro. All'inizio nessuno voleva lavorare per Vogue. Non aveva prestigio, né firme importanti, né modelle e fotografi di primo piano. C'eravamo solo io e Mario Testino. Col tempo, abbiamo ottenuto il meglio. Ora spero che si mantenga lo stesso livello. Per me era tempo di partire con una nuova avventura.
  • [Qual è il limite oltre cui non bisogna spingersi nel promuovere la moda?] Ho fatto bondage, ho giocato sull'ambiguità dei sessi e sullo scambio di identità, ho fatto molte immagini sexy. Tutto è possibile: puoi usare transessuali e donne vecchie, ma non mandare messaggi negativi. Non ho mai fatto cose contrarie alla mia etica di madre. I ragazzi sono come spugne, assorbono tutto. Evito i messaggi che possano evocare temi come droga, suicidio, anoressia, violenza. Facevo foto con sigarette, ora non più.
  • [Ho visto anche foto di modelle macellaie, con carne sanguinolenta e coltelli...] Erano ironiche. Per me le foto sono il luogo delle fantasie, dei desideri e delle ossessioni. Altrimenti sono noiose. Poi la vita è un'altra cosa. Dicono che ho inventato il porno-chic, ma preferisco dire l'erotico-chic.
  • Sono molto francese, quindi non avrei mai potuto dirigere Vogue USA. In America non sono ancora pronti a mostrare neanche l'ombra di un capezzolo in una foto.
  • [E Carla Bruni? La trova elegante?] Non è il mio tipo. Non sono molto interessata al modo di vestire di Carla. Troppo uniforme da first lady. Però ha charme, parla un sacco di lingue ed è particolarmente sveglia. È sempre la stessa che ho incontrato vent'anni fa. Colta, alla mano, parla con tutti. La preferivo prima, quando vestiva in jeans e cachemire. La conosce? È di una bellezza inimmaginabile. Con quelle gambe e quel corpo, non ha bisogno di altro. È una seduttrice. Può sedurre chi vuole. Uomini e donne.

Altri progetti[modifica]