Carnivoro

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Vari carnivori

Citazioni sui carnivori o fiere.

Citazioni[modifica]

Giuseppe Altobello[modifica]

  • È un gruppo di mammiferi che va sempre assottigliandosi per la continua caccia che l'uomo gli fa per liberarsi da nemici pericolosi, per il piacere che gli procura la caccia, per ottenere le loro morbide e folte pellicce che hanno ora raggiunto dei prezzi altissimi.
  • In alcune regioni d'Africa e d'Asia la pelle dei Carnivori è usata come distintivo onorifico: da noi solo le pellicce d'Ermellino hanno un significato di regalità e si usano nei manti dei principi e degli alti dignitari dello Stato e della Chiesa.
  • Sono sempre arditi, coraggiosi, aggressivi e feroci: si nutrono per lo più di vertebrati, alcuni d'invertebrati, alcuni altri anche di vegetali.

Alfred Edmund Brehm[modifica]

  • L'uomo vive in aperta guerra con quasi tutti i carnivori. Egli ha cercato collo addomesticamento di render utile un piccol numero di essi, ed invero in un caso riescì come con nessun altro animale. Il maggior numero è considerato come dannoso con più o meno ragione, ed ardentemente odiato, quindi accanitamente perseguitato; una parte in confronto minima viene risparmiata; in molti l'uomo opera utilmente uccidendoli. D'alcuni si mangia la carne od il grasso, d'altri la preziosa pelliccia è tramutata in ricche vestimenta; e fin qui non si può dare troppo torto all'uomo se li uccide: ma è cosa al tutto ingiusta che i mammiferi carnivori non solamente innocui, ma anche utili, siano disconosciuti, e debbano soggiacere alla cieca smania di distruzione.
  • Troviamo nei carnivori animali di grande intelletto, e non dobbiamo stupirci che si faccian proprie prontamente le astuzie e le simulazioni richieste dal loro mestiere di briganti e di ladri. Il sentimento della loro forza dà loro un gran coraggio ed una coscienza di sé che altri animali non raggiungono mai; ma appunto queste qualità hanno conseguenze che non militano troppo in favore di creature che sarebbero altrimenti molto apprezzabili. I carnivori sono avvezzi a vincere, e in loro cresce colla forza il desiderio di dominare, la crudeltà, una quasi invincibile smania di uccidere, una vera sete di sangue, di modo che possono essere considerati come il ritratto morale di certi uomini.
  • Tutti i carnivori mostrano nelle loro attitudini fisiche, come nelle loro facoltà intellettuali, un maggior accordo che non in nessun altro ordine: e questa conformità, mentre dà loro l'impronta di animali elevati, si rivela affini tra loro. I costumi più o meno comuni a tutti, il modo medesimo di vivere e la medesima alimentazione indicano che l'essere, l'indole di questi animali, la struttura delle membra, come quella degli stromenti della masticazione e della digestione, al pari delle facoltà intellettuali, sono essenzialmente conformi. Invero questi animali son molto conformi fra loro. Nei carnivori mancano quasi del tutto le contraffazioni, le eccezionalità stravaganti, le forme ributtanti e ridicole, e perciò ci mostrano una molto maggior conformità di struttura che non le scimmie, i lemuri ed i pipistrelli.

Louis Figuier[modifica]

  • Fra tutti i Mammiferi terrestri, i Carnivori sono i più forti e i più terribili; comprendendo tutti gli animali volgarmente detti fiere. Dotati d'istinti violentissimi, organizzati per la strage e per la carneficina, si nutrono tutti, più o meno, di carne e di sangue, e spargono il terrore intorno a loro. Essi hanno un ufficio provvidenziale nella natura, quello di limitare la moltiplicazione delle specie erbivore; e, per quanto ciò appaia a prima vista strano, la loro scomparsa dalla faccia della terra produrrebbe veri disordini.
  • I Carnivori sono per intelligenza superiore a tutti gli animali degli ordini precedenti. Il loro cervello è molto voluminoso, e presenta sempre delle circonvoluzioni.
  • Rispetto all'integumento, la natura ha molto bene provvisto i Carnivori. Parecchi di essi ci danno pellicce ricercatissime, sia per i loro splendidi colori, sia per la morbidezza e lo spessore del pelo. Menzioneremo in particolare quelle della martora, del zibellino, del visone, dell'ermellino, della volpe, del leone, della tigre, della pantera, dell'orso, e in generale tutte le pellicce dei felini.

Vladimir Georgievič Geptner[modifica]

  • Nell'Unione Sovietica, i carnivori costituiscono in pratica un gruppo molto importante. Includono gli animali di pelliccia più pregiati, alcuni sono oggetto di sport venatori, mentre certe specie svolgono un ruolo più o meno considerevole come predatori di bestiame e di aziende venatorie, come portatori di alcune malattie, e come distruttori e regolatori del numero di roditori nocivi. La caccia di quasi tutte le specie è regolata (tempi definiti di caccia, mercato autorizzato); alcuni si trovano sotto protezione completa o parziale, mentre alcune specie sono completamente sterminate ed estinte nel paese o in alcune sue zone.
  • Nelle relazioni pratiche, gli animali carnivori sono fra i gruppi più importanti di mammiferi. Tra di loro, c'è un gran numero di specie da pelliccia, tra cui le più pregiate (lontra marina, zibellino), animali dannosi al bestiame e alle società venatorie (lupo, nittereute, martora dalla gola gialla), distruttori e regolatori di animali nocivi (soprattutto di roditori – volpi, alcune martore, viverridi ed altri), animali da caccia pregiati (grandi felini, orsi), vettori di alcune malattie di animali domestici e dell'uomo (rabbia), animali che forniscono le materie prime per i profumi (muschio), ecc.
  • Tra i carnivori ci sono animali pesanti di bassa mobilità e dai movimenti lenti (orsi) e corridori leggeri, esili, rapidi e veloci (lupo, ghepardo), forme nuotatrici eccellenti strettamente collegate coll'acqua (lontre) ed arrampicatori eccellenti, e perfino animali arboricoli parzialmente specializzati (certe martore, viverridi e gatti); alcuni sono eccellenti scavatori (tasso), ecc. I carnivori occupano tutte le latitudini, paesaggi e il piano montano. Vivono da soli o in coppia, e alcuni si trovano in piccoli branchi (lupi, licaoni) almeno una parte dell'anno. La maggior parte sono sedentari e sono piuttosto ristretti ai loro territori di caccia; altri vagano su un'ampia area, mentre alcuni compiono migrazioni stagionali regolari.

Altri progetti[modifica]