Vladimir Georgievič Geptner

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Vladimir Georgievič Geptner (1901 – 1975), zoologo sovietico.

Mammals of the Soviet Union[modifica]

Volume I[modifica]

  • Nell'Unione Sovietica, gli artiodattili svolgono un ruolo importante nell'industria venatoria. Forniscono la carne, le pelli e alcuni forniscono pelo e materia prima per le industrie farmaceutiche e di profumo, e altri beni di consumo. Alcuni prodotti vengono esportati e in certi luoghi svolgono un ruolo vitale nell'economia locale. Alcuni sono mantenuti in uno stato di semi-addomesticamento; sono state prese misure per l'addomesticamento di varie specie.
In the Soviet Union artiodactyls play an important role in the hunting trade. They provide meat and hide and some yield fur and raw material for pharmaceutical and perfume industries and other consumer goods. Some products are exported and in some places play a vital role in the local economy. Some are maintained in a semidomesticated state; measures have been undertaken for the domestication of several. (p. 9)

Volume II[modifica]

Parte 1[modifica]

A[modifica]
  • Tra i carnivori ci sono animali pesanti di bassa mobilità e dai movimenti lenti (orsi) e corridori leggeri, esili, rapidi e veloci (lupo, ghepardo), forme nuotatrici eccellenti strettamente collegate coll'acqua (lontre) ed arrampicatori eccellenti, e perfino animali arboricoli parzialmente specializzati (certe martore, viverridi e gatti); alcuni sono eccellenti scavatori (tasso), ecc. I carnivori occupano tutte le latitudini, paesaggi e il piano montano. Vivono da soli o in coppia, e alcuni si trovano in piccoli branchi (lupi, licaoni) almeno una parte dell'anno. La maggior parte sono sedentari e sono piuttosto ristretti ai loro territori di caccia; altri vagano su un'ampia area, mentre alcuni compiono migrazioni stagionali regolari.
Among the carnivores there are heavy animals of low mobility and slow movement (bears) as well as light and slender, rapid and swift runners (wolf, cheetah), excellent swimming forms closely connected with water (otters) and excellent climbers, and even partially specialized arboreal animals (some martens, viverrids and cats); some are excellent diggers (badger), etc. Carnivores inhabit all latitudes, landscapes and the vertical montane belts. They live individually or in pairs, and some are found in small packs (wolves, hunting dogs) at least part of the year. The majority are sedentary and are fairly strictly restricted to their hunting areas; others wander widely, while several accomplish regular seasonal migrations. (p. 56)
  • Nelle relazioni pratiche, gli animali carnivori sono fra i gruppi più importanti di mammiferi. Tra di loro, c'è un gran numero di specie da pelliccia, tra cui le più pregiate (lontra marina, zibellino), animali dannosi al bestiame e alle società venatorie (lupo, nittereute, martora dalla gola gialla), distruttori e regolatori di animali nocivi (soprattutto di roditori – volpi, alcune martore, viverridi ed altri), animali da caccia pregiati (grandi felini, orsi), vettori di alcune malattie di animali domestici e dell'uomo (rabbia), animali che forniscono le materie prime per i profumi (muschio), ecc.
In practical relationships, carnivorous animals are one of the most important groups of mammals. Among them, there are a great number of fur-bearing species, some of the most valuable (sea otter, sable), pests of livestock and hunting enterprises (wolf, raccoon dog, yellow-throated marten), destroyers and regulators of harmful animals (mainly rodent – foxes, some martens, viverrids and others), valuable sport-hunting animals (large species of cats, bears), vectors of some domestic animal and human diseases (rabies), animals giving raw material for perfumes (musk), etc. (p. 62)
  • Nell'Unione Sovietica, i carnivori costituiscono in pratica un gruppo molto importante. Includono gli animali di pelliccia più pregiati, alcuni sono oggetto di sport venatori, mentre certe specie svolgono un ruolo più o meno considerevole come predatori di bestiame e di aziende venatorie, come portatori di alcune malattie, e come distruttori e regolatori del numero di roditori nocivi. La caccia di quasi tutte le specie è regolata (tempi definiti di caccia, mercato autorizzato); alcuni si trovano sotto protezione completa o parziale, mentre alcune specie sono completamente sterminate ed estinte nel paese o in alcune sue zone.
In the Soviet Union, carnivores constitute a very important group practically. They include the most valuable fur-bearing animals, some of them represent objects of hunting sports, while certain species play a more or less considerable role as pests of livestock and hunting enterprises, carriers of some diseases, and destroyers and regulators of the numbers of harmful rodents. The hunting of almost all species is regulated (definite times of hunting, licensed trade); some are found under complete or partial protection, while certain species are completely exterminated from the country or from some parts of it. (pp. 63-64)
  • Lo sciacallo è un animale impavido, coraggioso e, in zone dove non viene cacciato, meno cauto e privo di paura verso le persone. Viene catturato facilmente con trappole o avvelenato con esche velenose. Sono noti molti casi in cui attacca il pollame sotto gli occhi delle persone, portandolo via malgrado i gridi e l'inseguimento. Dai campi e dalle case ruba vari oggetti che crede siano commestibili, come cuoio, stivali, stracci, tentando di sottrarli a solo qualche passo da persone che dormono.
The jackal is a daring and brave animal, and in places where it is not pursued, less cautious and not afraid of people. It is easily caught in traps or envenomed with poison bait. Many instances are known, when, within sight of people, it attacked a domestic fowl, and regardless of the shouts and pursuit, takes it off. From field camps and from houses it drags off various objects, which it thinks to be edible, such as leather, boots, rags, venturing to steal them just a few steps from sleeping people. (p. 152)
  • Il suo ululato è simile a un pianto, e può essere reso dai suoni "Ai-yai! Ai-yai!" – acuti e piagnucolosi. È simile a quello dei cani, ma è più acuto, più variato e si differenzia per la sua intonazione "lamentosa".
The howling is similar to a wail, and can be rendered by the sounds "Ai-yai! Ai-yai!" – high, whimpering. It is similar to that of dogs, but is higher and more varied and is differentiated by a "plaintive" intonation.
  • Lo sciacallo è un animale da pelliccia, ma la sua pelle è di scarso valore, caratterizzata da un pelame sparso e ispido, di un brutto colore monotono.
The jackal is a fur-bearer, but its fur is of low value, characterized by sparse, coarse pelage and has a monotonous unbeautiful color. (p. 160)
  • I lupi cacciano in vari modi: dall'imboscata, l'inseguimento, e organizzati come unità in gruppi. Nell'estate cacciano solitamente da soli, spesso cogliendo le loro prede alla sprovvista, raramente cercandole o inseguendole. Quando attaccano una mandria, anche da soli, i lupi cercano di spaventare gli animali, provocando il panico e disperdendo la mandria o separando uno o diversi più animali da essa.
Wolves hunt in various ways: from concealment, pursuit of prey, and organized as a drive in groups. In summer they hunt mainly singly, the wolves frequently ambushing their prey, rarely spotting and pursuing prey. When attacking a herd, even individually, wolves try to frighten the animals, creating panic and dispersing the herd or separating one or several animals from it. (p. 241)
  • Sembra che l'unico nemico e concorrente serio del lupo sia la tigre. Nel territorio dell'Ussuri, i lupi erano assenti in certi luoghi da tempo immemoriale e apparvero solo dopo che le tigri furono sterminate. Fu inoltre notato che i lupi scompaiono da quei luoghi in cui appaiono le tigri.
The only serious enemy and competitor of wolf is, apparently, the tiger. In the Ussuri territory, wolves were absent in some places from time immemorial and they appeared only after tigers were exterminated. It was also noticed that wolves disappear from those places in which tigers appear. (p. 255)
  • I lupi sono nocivi agli uomini per molti aspetti: assalgono il bestiame e i cani, ungulati selvatici ed altri animali utili, diffondono le malattie e attaccano direttamente le persone. La poca utilità che si può ricavare dai lupi catturati (la pelliccia e la carne gustosa che è perfettamente commestibile) e dal piacere sportivo nel cacciarli, non sono paragonabili al danno alla salute dell'uomo e agli interessi economici causati da questi predatori indubbiamente dannosi.
Wolves are harmful to humans in many respects: they attack livestock and dogs, wild ungulates and other useful animals, spread diseases and attack people directly. The little use which may be derived from captured wolves (skin, tasty meat which is fully suitable for food) as well as sporting pleasure of the hunting of wolves, are not to be compared with the damage to human health and economic interests caused by these undoubtedly injurious predators. (p. 262)
B[modifica]
  • L'importanza dal punto di vista pratico del ghiottone presenta aspetti controversi. Da un lato, è un animale di pelliccia che fornisce una pelle durevole, calda e piuttosto bella, sebbene non costosa, e sanifica la taiga e la tundra, eliminando le carogne e gli ungulati malati o morenti. D'altro canto, con un incremento del numero dei ghiottoni, cominciano ad attaccare gli animali sani, soprattutto i giovani e, perciò, in zone dove si allevano i cervi, devono essere considerati pericolosi.
The practical significance of wolverine is contradictory. On one hand, it is a fur-bearing animal that provides a durable, warm and quite beautiful skin, though not expensive, and it sanitizes the taiga and tundra, destroying carrion and diseased and dying ungulates. On the other hand, with an increase in wolverine numbers, they begin to attack healthy animals, especially the young, and therefore in deer raising regions, they must be considered dangerous. (p. 953)

Parte 2[modifica]

  • Una tigre affronterà perfino un orso, talvolta un esemplare molto più grande di essa. Una volta rintracciata la vittima, il predatore sceglie una roccia o un albero abbattuto dal vento, da cui può sorprendere la preda dal lato sicuro. Balza sull'orso dall'alto, lo afferra per il mento con gli artigli di una zampa anteriore e la gola con gli artigli dell'altra, e afferra con le mandibole la sua spina dorsale. Gli orsi generalmente temono le tigri e, trovando le loro orme, scappano a picco dalle sue tracce.
A tiger will even tackle a bear, sometimes one much larger than itself. Having tracked its victim, the predator selects a rock or windfelled tree from which it can ambush the quarry from the leeward side. It springs upon the approaching bear from an overhead position, catches it by the chin with the claws of one forepaw and the throat with the claws of the other, and clamps its jaws on the spine. Bears are generally afraid of tigers and, coming across their tracks, run away perpendicular to the trail. (p. 175)
  • Questo predatore ha meno paura degli umani rispetto ad altri animali di grande taglia, ma comunque di solito li evita. Le tigri normalmente iniziano un assalto solo se ferite o cacciate, braccate dai cani, avvicinate alla tana con i cuccioli, o in un incontro inaspettato o casuale di notte. Le tigri sono generalmente più aggressive di notte e si avvicinano più audacemente agli umani.
This predator is less afraid of humans than other large animals, but nevertheless usually moves away from them. Tigers usually initiate an assault only when injured or chased, confronted by dogs, being approached at a den with cubs, or in an unexpected or chance encounter at night. Tigers are generally more aggressive at night and approach man more boldly. (pp. 178-179)
  • Il ruggito delle tigri si sente raramente anche nei luoghi dove sono piuttosto comuni. Il ruggito dell'animale è comune solo durante il corteggiamento. Il primo ruggito è normalmente protratto, ripetuto in rapida successione, e termina con tre o quattro ruggiti di breve durata. Talvolta, emette un roco "ah-oun" o "ee-oh-unnu" baritono. Quando è infuriato, l'animale produce suoni simili a tossi, con una esalazione intensa d'aria attraverso la bocca aperta. Le tigri, inoltre, talvolta producono un suono acuto che potrebbe essere descritto come "muuk" o "puuk", ed è piuttosto simile al barrito di un wapiti in calore. Certi cacciatori e perfino zoologi credono che le tigri attraggano i wapiti tramite un tale suono.
The roar of tigers is heard rarely even at places where they are quite common. Only during rut is the animal's roar common. Usually the first roar is protracted, repeated in quick succession, and terminates in three or four short roars. Sometimes a low throaty "ah-oun" or "ee-oh-unnu" is emitted. When enraged the animal issues a hollow snarl and produces coughlike sounds with an intense exhalation of air through an open mouth. Moreover, tigers sometimes produce a high pitched sound which could be described as "muuk" or "puuk" and is somewhat similar to the bugle of a wapiti in rut. Some hunters and even zoologists assume that tigers entice wapiti through such a sound. (pp. 192-193)
  • Attualmente, i danni inflitti alla tutela faunistica da parte delle tigri è trascurabile a causa della loro piccola popolazione. Inoltre, gli zoologi che hanno studiato le tigri nell'estremo oriente durante l'ultimo decennio le considerano utili alla tutela faunistica, siccome i lupi sono assenti o poco numerosi in zone dove sono presenti le tigri. Le tigri uccidono pochi ungulati ma, contrariamente ai lupi, non li fanno migrare.
At present the damage done to game husbandry by tigers is negligible because of their small population. Moreover, zoologists who have studied tigers in the Far East in the last decade consider them useful to game husbandry, since wolves are absent or few in number at places where tigers are present. Tigers do kill a few ungulates but, unlike wolves do not drive them away. (p. 194)
  • In quanto dono della natura e della storia, la tigre è di fondamentale importanza scientifica, che aumenta ogni anno a causa della rapida diminuzione del numero degli esemplari dell'animale.
As a gift of nature and history the tiger is of paramount scientific importance, which is increasing every year due to the animal's rapid decline. (p. 201)
  • Il leopardo è un animale cauto ed elusivo, ma mai timido. Incontrando un uomo, non tenta di nascondersi rapidamente come fanno molti animali, ma si ritira senza fretta e senza senza dimostrare alcun timore. A volte non scappa nemmeno quando uno sparo ha mancato il bersaglio. Sono noti casi in cui i leopardi, in piena vista di cacciatori, portarono via uno stambecco ferito da essi, o insegiurono le prede ignorando le grida e gli spari delle persone. Contrariamente al leopardo delle nevi e al ghepardo, un leopardo ferito spesso attacca il cacciatore o l'insegue. Perciò, nella maggior parte dei paesi dell'Asia meridionale, la caccia al leopardo è considerata estremamente pericolosa.
The leopard is a cautious, secretive animal, but never timid. On encountering a man, it does not attempt to hide quickly as do many animals, but withdraws unhurriedly and with no exhibition of fear. Sometimes it does not run away even when a shot has misfired. Instances are known when leopards, in sight of hunters, carried off a goat wounded by them, or of pursuing game unmindful of the shouts of the people or their shots. Unlike ounce and cheetah, an injured leopard often attacks the hunter or chases him. Hence in most southern Asian countries leopard hunting is considered extremely dangerous. (pp. 256-257)
  • Entrando una zona ricca di selvaggina, un leopardo normalmente uccide un solo animale e non spaventa gli altri. Sotto questo rispetto, è simile alla tigre ma differisce dal lupo, che solitamente tenta di ferire molteplici animali e, perciò, li caccia via. Anche entro un parco d'allevamento di cervi, un leopardo normalmente uccide solo un cervo alla volta.
On entering an area rich in game, a leopard usually kills a single animal and does not frighten the rest. In this respect it is similar to tiger but differs from wolf, which usually attempts to wound several animals and thus drives them away. Even within a deer park a leopard usually kills only one deer at a time. (p. 258)
  • I leopardi sono animali piuttosto silenziosi e il loro richiamo si sente solo raramente. Durante la stagione degli amori, emettono i loro richiami quasi ogni notte. Altre volte, si può udire il loro richiamo nelle montagne a una distanza di vari chilometri. Il richiamo del leopardo consiste in uno "zzugghs" baritono di breve durata, simile al suono di una sega, emesso in brevi intervalli; i richiami sono talvolta prolungati fino a quasi fondersi insieme. Durante la stagione degli amori, il richiamo assomiglia a una forte tosse che si muta in un respiro affannoso. Quando si avvicinano ai pozzi d'acqua, i leopardi spesso fanno le fusa. Quando vengono disturbati, ringhiano e grugniscono. L'animale mantiene il silenzio quando se preso in una trappola.
Leopards are fairly silent animals and their call heard only rarely. During the breeding period they call almost every night. At other times their call can be heard in the mountains over a distance of several kilometers. The leopard's call consists of short, low-pitched "zzugghs" similar to the sound of a saw, delivered at short intervals; sometimes the calls are prolonged and almost merge with one another. During the breeding period the call resembles a harsh cough which turns into labored breathing. On approaching a water hole leopards often purr. When disturbed they rumble and snort. On falling into a trap the animal maintains silence. (p. 267)
  • In generale, nell'Unione Sovietica i leopardi sono molto meno pericolosi per l'uomo del lupo; questo predatore ha ucciso un notevole numero di persone in questo paese.
By and large, leopards are far less dangerous to man in the Soviet Union than wolf; this predator has killed quite a number of people in this country. (p. 270)
  • Il ghepardo differisce dagli altri felini selvatici per la sua disposizione mite, ed è relativamente facile da addestrare, diventando fortemente legato alla persona che lo ha addestrato. Non morderà neanche durante giochi vigorosi, e si presta bene al guinzaglio.
The cheetah differs from other wild cats in its mild disposition and is trained comparatively easily, becoming strongly attached to the person who trained it. It will not bite even during vigorous play, and goes well on a leash. (p. 725)
  • Il ghepardo è un animale molto silenzioso. La sua voce somiglia a una tosse rauca. Si sente la sua voce di notte molto raramente. Animali adulti domati, se sono calmi, fanno le fusa come i gatti domestici, ma lievemente più rauco. Un ghepardo eccitato sbuffa, digrigna e ringhia.
The cheetah is a very silent animal. Its voice is like a hoarse cough. At night its voice is heard very rarely. Tamed adult animals, if they are calm, purr like domestic cats but slightly more hoarsely. An excited cheetah sniffs, grinds its teeth, and growls. (p. 272)
  • La caccia con i ghepardi cominciò ad essere praticata nell'Europa meridionale dal quinto secolo d.c. (Bisanzio) e forse prima. A partire dal decimo o undicesimo secolo circa questo tipo di caccia ebbe ampia diffusione in molti paesi dell'Europa occidentale (Italia, Francia ed Inghilterra) e fu popolare dal secolo tredicesimo al quindicesimo. La caccia col ghepardo in Europa comportava grandi spese per l'acquisto e il mantenimento degli animali catturati, e perciò questo sport fu praticato esclusivamente dai grandi latifondisti. Con la scomparsa degli stati feudali, la caccia con i ghepardi andò in declino nell'Europa occidentale e cessò del tutto nel primo settecento.
Hunting with cheetahs began to be practiced in southern Europe from the fifth century A.D. (Byzantium) and possibly earlier. From about the tenth or eleventh century this type of hunting received wide distribution to many countries of western Europe (Italy, France, and England) and flourished from the thirteenth to the fifteenth centuries. Hunting with cheetahs in Europe demanded great expense in acquiring and maintaining the captured animals, and hence this sport was indulged in exclusively by large landholders. With the disappearance of feudal states, hunting with cheetahs entered into decline in western Europe and ceased altogether in the early eighteenth century. (p. 729)
  • Per cacciare, erano impiegati solo ghepardi catturati da adulti. Gli animali allevati in cattività di solito non erano usati come cacciatori. Gli esemplari adulti si ammaestrano in modo relativamente più facile e rapido. I ghepardi furono usati principalmente per cacciare piccole antilopi (tipi di gazzella gozzuta) e lepri, ma talvolta addestrati per animali anche più grandi, fino ai daini, i cervi reali, i kulan e i tarpan. Le volpi furono anch'esse catturate. Molti metodi furono adoperati nella caccia con ghepardi ammaestrati. In India e in Cina, l'animale era posto su un carrello speciale a due ruote. Questo metodo era basato sul presupposto che le antilopi erano abituate alla vista dei carrelli dei contadini e, perciò, consentivano un approccio relativamente ravvicinato.
For hunting only cheetahs caught as adults were required. Animals raised in captivity were not usually used as hunters. Adult animals train comparatively easily and quickly. Cheetahs were used mainly to hunt small antelopes (goitered gazelle types) and hares, but sometimes trained to even larger animals, up to fallow deer, red deer, kulan and tarpan. Foxes were also caught. Many methods were used in hunting with trained cheetahs. In India and China the animal was placed on a special two-wheeled cart. This method was based on the premise that antelopes were accustomed to the sight of farmers' carts and hence would allow a comparatively close approach. (pp. 731-732)
  • I tratti morfologici distintivi del ghepardo, la sua rapida scomparsa dalla nostra fauna, e anche in altre parti del suo areale, consentono di giustificare il trattamento di questo felino come un monumento storico vivente. È attualmente del tutto innocuo per gli umani e i danni da esso inflitti sugli allevamenti e sulla gestione della fauna è quasi trascurabile.
The distinctive morphological features of cheetah, its rapid disappearance from our fauna, and also in other parts of the range, provide justification to treat this cat as a living historical monument. At the present time it is absolutely harmless to humans and the damage inflicted by it on animal husbandry and wildlife management is almost negligible. (p. 732)

Parte 3[modifica]

  • L'importanza pratica dei pinnipedi è molto alta. Quasi tutte le specie, ma principalmente quelle che periodicamente formano enormi branchi, rappresentano selvaggina di grande valore economico e vengono cacciate principalmente per la pelliccia e in parte per la loro pelle; il grasso, la carne e varie altri parti del corpo sono anch'esse utilizzate.
The practical importance of pinnipeds is very high. Almost all the species, but primarily those which periodically form massive herds, represent game animals of great economic value and are hunted mainly for their fur and partly for their skin; the fat, meat, and some other body parts are also used. (p. 19)
  • Nell'Urss e molti paesi stranieri, le pelli di foca sono richieste come pellicce altamente pregiate, durevoli e di moda. I bersagli più importanti della caccia alle foche sono il callorino dell'Alaska e l'otaria orsina antartica, la foca della sella, la foca degli anelli, la foca del Caspio, la foca dal cappuccio, ecc. La pelliccia è generalmente ottenuta dalle otarie e dalle foche della sella, del Caspio e dal cappuccio principalmente giovani, ecc., mentre la pelle è ottenuta dagli esemplari grandi.
In the USSR and many foreign countries, seal skins are in demand as highly valuable, durable, and fashionable furs. The most important targets of sealing are the northern and southern fur seals, the Greenland seal, the ringed seal, the Caspian seal, the hooded seal, etc. Fur is generally obtained from fur seals and mainly young Greenland and Caspian seals, hooded seals, etc., while skin is obtained from large animals. (p. 19)

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]