Costanza Calabrese

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Costanza Calabrese (1979 – vivente), giornalista, conduttrice televisiva e attrice italiana.

Citazioni di Costanza Calabrese[modifica]

  • A 19 anni, uno stage a New York, in un mensile diretto da Tina Brown. Poi, grazie a una borsa di studio, sono finita a collaborare con Repubblica. Cronaca giudiziaria e sport. Grande palestra. In TV arrivo con Verissimo e altre trasmissioni, finché Carlo Rossella non mi propone di fare la corrispondente dalla Sicilia per il TG5. Sei anni meravigliosi in cui tra l'altro mi sposo, mi separo, per poi tornare a Roma, alla redazione politica, e fare, con il mio nuovo compagno, Matteo Berti, collega che conduce il TG5 delle 13:00, una figlia: Vittoria. Tutta con il carattere del nonno.[1]
  • [Sui suoi fans] Guarda: basta che non scoprano che il mio fascino è tutto merito delle signore addette al trucco e parrucco. Sai cosa dice la mia migliore amica? Costanza, la mattina, prima di uscire, si cosparge di colla e poi si butta dentro l'armadio.[1]
  • La bellezza in tivù conta. La televisione è immagine, estetica. Però poi contano, e sono decisive, pure altre capacità: conoscere gli argomenti, e saperli raccontare in diretta. Per dire: noi, al TG5, non abbiamo il cosiddetto "gobbo", noi non leggiamo. Volle così Enrico Mentana, e Clemente Mimun non ha cambiato. Anzi, quando qualcuno di noi inciampa su una parola, lui ci rassicura: "È la forza della naturalezza".[1]

Note[modifica]

  1. a b c Dall'intervista di Fabrizio Roncone, Costanza Calabrese: «La bellezza in tv conta, ma non basta. Il mio fascino? Tutto merito del trucco» iodonna.it, 25 novembre 2017.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]