Crono

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Saturno devorando a su hijo, Francisco de Goya (1819-1823)

Crono, divinità della mitologia greca.

Citazioni su Crono[modifica]

  • In quanto solida misura, il tempo deriva dal movimento del cielo. In esso inizia il tempo, da esso scaturì, a quanto sembra, Crono, che è Chronos (tempo). Questo Crono-Chronos è il creatore del tempo. (Ambrogio Teodosio Macrobio)
  • Prima una stirpe aurea di uomini mortali | fecero gli immortali che hanno le Olimpie dimore. | Erano ai tempi di Kronos, quand'egli regnava nel cielo; | come dèi vivevano, senza affanni nel cuore, | lungi e al riparo da pene e miseria, né triste | vecchiaia arrivava, ma sempre ugualmente forti di gambe e di braccia, | nei conviti gioivano, lontano da tutti i malanni; | morivano come vinti dal sonno, e ogni sorta di beni | c'era per loro; il suo frutto dava la fertile terra | senza lavoro, ricco ed abbondante, e loro, contenti, | in pace, si spartivano i frutti del loro lavoro in mezzo a beni infiniti, | ricchi d'armenti, cari agli dèi beati. (Esiodo)
  • Se Crono avesse dovuto prendere qualcuno come esempio, forse si sarebbe identificato con Amleto nei suoi momenti di massima introspezione, o con Jacques al culmine della sua morbosa autoindulgenza. Il Konstantin del Gabbiano con un pizzico di Morrissey. E tuttavia in lui c'era pure qualcosa di Macbeth, e non poco Hannibal Lecter, come vedremo.
    Crono era stato il primo a scoprire che un silenzio meditabondo spesso viene preso per un segno di forza, saggezza e potere. Era il più giovane dei dodici, e aveva sempre odiato suo padre. Il veleno profondo e penetrante dell'invidia e del risentimento stava mandando in pezzi la sua salute mentale, eppure era riuscito a nascondere l'intensità del suo odio a tutti, tranne che alla devota sorella Rea, unico membro della famiglia con cui si sentiva abbastanza in confidenza da svelare la sua vera natura. (Stephen Fry)

Altri progetti[modifica]