Daniel Radcliffe

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Daniel Radcliffe

Daniel Jacob Radcliffe (1989 – vivente), attore britannico.

Citazioni di Daniel Radcliffe[modifica]

  • Mi ricordo bene i miei 16 anni, mentre giravo Harry Potter e il calice di fuoco. È a quell'età che ho cominciato a bere, troppo, fino al punto di arrivare sul set il giorno dopo ancora con i postumi della sbronza, con quel malessere tipico di chi ha alzato il gomito. È andata avanti così anche per le altre pellicole. [...] Guardo qualsiasi scena della saga, dal quarto episodio in poi, e posso dirvi all'istante dov'ero reduce da una sbornia o meno. Ma quello sguardo un po' perso nel vuoto era perfetto per la parte. E nessuno ha avuto mai da ridire.[1]
Intervista a Tv Sorrisi e Canzoni, 5 luglio 2007[2]
  • All'esame finale ho portato Garibaldi e l'unità d'Italia. Veramente nel programma c'era anche quella tedesca, ma quella italiana è molto più eroica! Quello che ha fatto Garibaldi è meraviglioso.
  • [Sui mondiali di calcio 2006] Ovviamente tifavo per l'Inghilterra, ma l'Italia mi è piaciuta. E ora il mio calciatore preferito è Gattuso, per la grinta.
  • Io voglio bene a Harry. Però ci tengo a sottolinearlo: Harry Potter non è Daniel Radcliffe. E se i fans non lo capiscono mi dispiace. Perciò grazie per non avermi chiesto di svelare il finale della saga. Continuo a incontrare gente che mi dice: "Andiamo, tu devi saperlo". E non mi lascia in pace.

Film[modifica]

Note[modifica]

  1. Da «Quando ho girato Harry Potter bevevo troppo», Corriere della Sera.it, 25 ottobre 2013.
  2. Dalle anticipazioni in Repubblica.it [collegamento interrotto].

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]