David Hilbert

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
David Hilbert

David Hilbert (1862 – 1943), matematico tedesco.

Citazioni di David Hilbert[modifica]

  • Chi di noi non sarebbe felice di sollevare il velo dietro cui si nasconde il futuro; di gettare uno sguardo ai prossimi sviluppi della nostra scienza e ai segreti del suo sviluppo nei secoli a venire? Quali saranno le mete verso cui tenderà lo spirito delle future generazioni di matematici? Quali metodi, quali fatti nuovi schiuderà il nuovo secolo nel vasto e ricco campo del pensiero matematico?
(EN) Who of us would not be glad to lift the veil behind which the future lies hidden; to cast a glance at the next advances of our science and at the secrets of its development during future centuries? What particular goals will there be toward which the leading mathematical spirits of coming generations will strive?[1]
  • Dobbiamo sapere, sapremo.
Wir müssen wissen, | Wir werden wissen.[2]
  • [Su Galileo Galilei e la sua ritrattazione] Egli non era un idiota. Solo un idiota potrebbe credere che la verità scientifica esige il martirio: questo può essere necessario in religione, ma i risultati scientifici col tempo si dimostrano da soli.[3]
  • Iniziare sempre con gli esempi più semplici.
(EN) Begin with the simplest examples.[4]
  • L'arte del fare matematica consiste nel trovare il caso speciale che contiene tutti i germi di generalità.
(EN) The art of doing mathematics consists in finding that special case which contains all the germs of generality.[5]
  • L'infinito! Nessun'altra questione ha mai turbato tanto profondamente lo spirito dell'uomo.[6]
  • L'infinito! Nessun'altra questione ha mai toccato così profondamente lo spirito umano; nessun'altra idea ha stimolato altrettanto fruttuosamente il suo intelletto; tuttavia nessun altro concetto ha più bisogno di essere chiarito come quello di infinito.
  • Nessuno riuscirà a cacciarci dal Paradiso che Cantor ha creato per noi.
Aus dem paradies, das Cantor uns geschaffen, soll uns niemand vertreiben können.[7]
  • Si può misurare l'importanza di un lavoro scientifico in base al numero di pubblicazioni precedenti reso superfluo da esso.
(EN) One can measure the importance of a scientific work by the number of earlier publications rendered superfluous by it.[8]

Attribuite[modifica]

  • La fisica è decisamente troppo difficile per i fisici.
Die Physik ist für die Physiker viel zu schwer.[9]

Citazioni su David Hilbert[modifica]

La risoluzione di problemi e la costruzione di teorie vanno di pari passo. Per questo Hilbert si azzardò a presentare un elenco di problemi irrisolti invece anziché esporre nuovi metodi o risultati (Rüdiger Thiele)

Note[modifica]

  1. Dall'introduzione del discorso tenuto da Hilbert al Secondo Congresso Internazionale di Matematica a Parigi; riportato in Lecture delivered before the International Congress of Mathematicians at Paris in 1900.
  2. Da un discorso alla Society of German Scientists and Physicians, a Königsberg (8 settembre 1930). La frase conclusiva è stata usata come epitaffio sulla sua tomba a Gottinga.
  3. Citato in Andrew Hodges, Alan Turing – Una biografia, traduzione di David Mezzacapa, Bollati Boringhieri, 2006, p. 614.
  4. Citato in Constance Reid, Hilbert-Courant, 1984, p. 104.
  5. Citato in Constance Reid, Hilbert, 1970.
  6. Da Über das Unendliche, 4 giugno 1925 in Münster/W. in memoria di Karl Weierstraß, in "Mathematische Annalen", 95° vol., Verlag von Julius Springer, Berlino, 1926, p. 163. Citato in AA.VV., Il libro della matematica, traduzione di Roberto Sorgo, Gribaudo, 2020, p. 267. ISBN 9788858025857
  7. Da Über das Unendliche. Mathematische Annalen, 1926, p. 170.
  8. Citato in Howard Whitley Eves, Mathematical Circles Revisited, 1971.
  9. Citato in Hermann Kranichfeld, Das Verhältnis der Relativitätstheorie Einsteins zur Kantschen Erkenntnistheorie, in "Naturwissenschaftliche Wochenschrift", Neue Folge 21° vol., n. 44, 29 ottobre 1922, p. 602.

Altri progetti[modifica]