Debora Serracchiani

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Debora Serracchiani

Debora Serracchiani (1970 – vivente), politica italiana.

Citazioni di Debora Serracchiani[modifica]

  • [Sulle critiche rivoltele nella veste di presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia] Sempre attacchi sul piano personale. Perché donna, perché "straniera" [nata a Roma], perché iperattiva, segno, secondo alcuni, non di laboriosità ma di una presunta vocazione di zarina. Mai una critica nel merito. Fossi stata un uomo non avrebbero usato gli stessi argomenti.[1]
  • [Gaffe durante un'udienza generale di Papa Francesco] Partecipare a questa udienza generale assume per me un significato particolare, anche perché si tiene poco dopo l'incontro di Papa Francesco con una delegazione di cristiani Yazidi.[2]

Da Debora Serracchiani a Vanity Fair: "Alla politica ho sacrificato il mio matrimonio. Ma ora ho una storia nuova e potrei lasciare la politica"

Intervista di Sara Faillaci, Vanityfair.it, 23 maggio 2017.

  • La nostra società non è preparata culturalmente e logisticamente ad accogliere un forte impegno fuori casa della donna.
  • Le donne, in quanto soggetti più deboli e minoranza, diventano capri espiatori nei periodi di maggiore crisi sociale, culturale, etica, come l'attuale. E poi il fatto che oggi ce ne siano di più in politica spaventa.
  • Non siamo preparati culturalmente ad avere la parità; sarebbe bello che un giorno si scegliesse una donna solo per i meriti e non anche perché donna.

Note[modifica]

  1. Dall'intervista di Alessandra Longo, Debora Serracchiani: "Non sto fuggendo, per il Friuli mi sono giocata la famiglia", Repubblica.it, 14 novembre 2017.
  2. Citato in Franco Bechis, La Serracchiani dal Papa la spara grossa e fa rischiare un guaio agli Yazidi, Limbeccata.it, 24 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica]