Elio Andriuoli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Elio Andriuoli (1932 – vivente), poeta e critico letterario.

Citazioni di Elio Andriuoli[modifica]

  • [Su Genova] L'amo questa città dal duro volto, | dall'avaro sorriso. | Le son figlio | sin nel fondo dell'animo.[1]
  • Siamo saliti sin quassù [il Righi] a guardare | la città [Genova] che si stende tra il confine | del mare e le montagne. | È come avvinta | da un suo sogno operoso, di cui giunge | l'indistinto brusio a noi che intenti | ne cerchiamo le strade, i campanili, | le piazze. Grigi tetti ci conducono | al porto irto di gru, ove lente salpano | navi e muovono lievi verso il largo, | con rauco grido [...] | le accompagna il cuore.[2]

Per Dino Campana[modifica]

  • Costituì un doloroso incidente la perdita del primitivo manoscritto da parte di Ardengo Soffici, cui era stato affidato dal poeta, sicché questi dovette ricostruirlo quasi del tutto a memoria; fatto che contribuì non poco ad aggravare i disturbi mentali di Campana, già manifestatasi sin dalla sua prima adolescenza.
  • Fu un irregolare, la cui esistenza può accostarsi a quella di altri poeti vissuti tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento, come, ad esempio, alcuni dei nostri Scapigliati; benché per la statura poetica sia ad essi senz'altro di molto superiore e paragonabile piuttosto ad Arthur Rimbaud.
  • Notevole la forza e la novità del suo stile, anche se qualche eco può trovarsi in lui del Carducci e del D'Annunzio. Ma si tratta di debiti di poco conto.

[Elio Andriuoli, Per Dino Campana, La Nuova Tribuna Letteraria, Anno XI, n. 64, 2001]

Note[modifica]

  1. Da A Genova, in Alessandro Prusso (a cura di), Tenui bagliori di pitosforo. Antologia poetica, editorialdeloimposible, Genova, 2012, p. 11; citato in Nocerino, p. 35
  2. Da Dal Righi, in Francesco De Nicola, La Liguria dei poeti, De Ferrari Editore, Genova, 1998, p. 67; citato in Nocerino, pp. 151-152

Bibliografia[modifica]

  • Alberto Nocerino (a cura di), Genova canta il tuo canto, Editrice ZONA, Lavagna (GE), 2015. ISBN 978-88-6438-574-7