Ernest Rutherford

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Ernest Rutherford LOC
Medaglia del Premio Nobel
Per la chimica (1908)

Ernest Rutherford (1871 – 1937), chimico e fisico neozelandese.

Citazioni di Ernest Rutherford[modifica]

  • È stato l'evento più incredibile di tutta la mia vita: era quasi incredibile quanto lo sarebbe stato sparare a un foglio di carta velina un proiettile da 15 pollici e vederlo tornare indietro e colpirti.
It was quite the most incredible event that has ever happened to me in my life. It was almost as incredible as if you fired a 15-inch shell at a piece of tissue paper and it came back and hit you.[1]
  • La teoria della relatività non può che essere considerata una magnifica opera d'arte.[2]
  • Nella scienza esiste solo la Fisica; tutto il resto è collezione di francobolli.
All science is either physics or stamp collecting.[3]
  • Non abbiamo soldi, quindi dobbiamo ragionare.
We've got no money, so we've got to think.[4]
  • Quando avremo scoperto come è costituito il nucleo, avremo svelato il segreto più grande di tutti, a parte la vita.[5]
  • Se il tuo esperimento ha bisogno della statistica, vuol dire che ti serve un esperimento migliore.[6]
  • Sotto certi aspetti, una teoria ben congegnata è indubbiamente una produzione artistica. Un esempio calzante è la famosa teoria cinetica.[7]
  • [Ultime parole famose] Sulla base delle conoscenze e delle tecnologie attualmente a disposizione, chiunque parli delle possibili utilizzazioni dell'energia nucleare parla a vanvera.[8]

Citazioni su Ernest Rutherford[modifica]

  • In quel tempo molti giovani fisici di vari paesi si erano riuniti attorno a Rutherford, attratti dal suo genio di fisico e dalle sue qualità uniche di organizzatore della ricerca. Benché fosse sempre intensamente occupato dal suo lavoro, egli ascoltava con pazienza ogni giovane che si presentasse con un'idea anche modesta. Al tempo stesso, col suo carattere indipendente, aveva un rispetto molto moderato per l'autorità e non sopportava quello che chiamava "parlar pomposo. (Niels Bohr)
  • La prima volta che ebbi la grande ventura di ascoltare Ernest Rutherford fu nell'autunno del 1911 quando, finiti i miei studi universitari a Copenaghen, stavo lavorando a Cambridge con J. J. Thomson, e Rutherford venne da Manchester per parlare al pranzo annuale dell'Istituto Cavendish. Benché in quell'occasione non abbia avuto alcun contatto personale con Rutherford, fui profondamente impressionato dal fascino e dalla forza della sua personalità, che gli permetteva di raggiungere quasi l'impossibile in tutti i lavori intrapresi. (Niels Bohr)

Note[modifica]

  1. Discutendo il risultato di un esperimento in cui circa 1 delle 8000 particelle alfa erano sparse all'indietro quando venivano sparate su un sottile foglio di lamina metallica, che portò alla scoperta del nucleo atomico. Citato in E. N. da C. Andrade, Rutherford and the Nature of the Atom, 1964, p. 111, e in Laylin K. James, Nobel Laureates in chemistry, 1901-1992, p. 57.
  2. Citato in AA.VV., Il libro dell'astronomia, traduzione di Roberto Sorgo, Gribaudo, 2017, p. 151. ISBN 9788858018347
  3. Citato in J. B. Birks, Rutherford at Manchester, 1962.
  4. Citato in Anton Z. Capri, Quips, Quotes, and Quanta: An Anecdotal History of Physics, 2007, p. 65.
  5. Citato in Frank S. Pepper, The Wit and Wisdom of the 20th Century: A Dictionary of Quotations, 1987, p. 226. Citato in AA.VV., Il libro della fisica, traduzione di Roberto Sorgo, Gribaudo, 2021, p. 240. ISBN 9788858029589
  6. Citato in AA.VV., Il libro della scienza, traduzione di Martina Dominici e Olga Amagliani, Gribaudo, 2018, p. 212. ISBN 9788858015001
  7. Citato in AA.VV., Il libro della fisica, traduzione di Roberto Sorgo, Gribaudo, 2021, p. 107. ISBN 9788858029589
  8. Da un discorso del 1934 davanti alla British Association for the Advacement of Science. Citato in Carlo Rubbia, Il dilemma nucleare, Sperling & Kupfer, 1987, p. 185. ISBN 88-200-0639-1

Altri progetti[modifica]