Eugenio Colorni

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Eugenio Colorni (1909 – 1944), filosofo, critico letterario, politico e antifascista italiano.

Citazioni di Eugenio Colorni[modifica]

  • [Sulla prima edizione dei Saggi critici di Giacomo Debenedetti] Sono pagine che si leggono più per sé che per il loro significato di commento e valutazione d'opere d'arte, e interessano soprattutto come esempi d'un modo, di uno stile critico. Si può dire che il centro del problema critico del D. oscilla tra due poli: arte e biografia. Rifiutata la secchezza dello schema crociano 'poesia e non poesia' il dilemma si propone fra il frammentario cogliere e ricantare l'attimo dell'arte e la narrazione psicologica del processo formativo dell'opera. (Leonardo, a.I, n. 1, 1930, pp. 92-93.[1])

Note[modifica]

  1. Citato in Alberto Cavaglion, Il mio poeta. Eugenio Colorni, Umberto Saba e la psicoanalisi; in Cartevive Periodico dell'Archivio Prezzolini, Biblioteca cantonale Lugano, Anno XX, n.2 (44), dicembre 2009, pp. 127-128.

Altri progetti[modifica]