Firenze Capitale

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Pitti, residenza di Casa Savoia negli anni di Firenze Capitale

Citazioni su Firenze, capitale del Regno d'Italia (1865-1871).

  • D'Azeglio giudicava che nell'interesse nazionale fosse Firenze la più opportuna sede del Governo Italiano, ritenendola militarmente più sicura, come il Cialdini doveva poi luminosamente provare in un suo celebre discorso in Senato del dicembre 1864, quando si discusse il trasferimento della capitale da Torino. (Giuseppe Gadda)
  • D'Azeglio opinava che anche amministrativamente Firenze fosse capitale preferibile a Roma, perché più centrale in rapporto alla varia densità della popolazione in Italia, e più tranquilla per costumi e per consuetudini di vita. Gli pareva poi che Firenze per la lingua, elemento essenziale della nazionalità, come diceva anche il nostro Manzoni, fosse città italiana per eccellenza, mentre Roma, per il complesso delle sue condizioni, sembrava città cosmopolita. (Giuseppe Gadda)
  • Gli sventramenti che furono operati [nella città, nuova capitale del Regno] per alloggiare i Ministeri e i nuovi quartieri che sorsero alla periferia per ospitare i venticinque o trentamila impiegati che calarono da Torino, lasciarono la città orrendamente sfregiata e carica di debiti. (Indro Montanelli)
  • L'Italia a Firenze cessò di apparire un Piemonte ingrandito e così l'opera unificatrice divenne più rapida e più completa. (Alessandro Guiccioli)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]