Francesco Merloni

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Merloni

Francesco Merloni (1925 – vivente), imprenditore e politico italiano.

Citazioni di Francesco Merloni[modifica]

Da "Quanti autogol a sinistra per impulsività e cinismo. Ora si accetti la sconfitta"

Intervista di Concita De Gregorio, Rep.repubblica.it, 8 aprile 2018.

  • Io ho conosciuto De Gasperi. Prima sono stato condannato a morte. Richiamato alle armi dalla Repubblica di Salò quando c'era quel Mussolini che era stato riportato al governo dai tedeschi. Nel 1943. Avevo 18 anni, a Salò non mi sono presentato, mi sono nascosto. Mia mamma è stata in carcere 40 giorni: sono venuti a casa e non trovando me né mio padre hanno portato in carcere lei.
  • Renzi ha fatto un errore mortale: eliminando tutti si è fatto tutti nemici. Aveva il 40 per cento e pensava che fosse suo: invece, ha visto, non gliene è rimasto in mano neppure la metà.
  • Quando è caduto Prodi per un voto, la volta di Bertinotti, quella settimana si doveva fare il governo e D'Alema è andato a casa di Ciampi a Santa Severa. Carlo Azeglio mi raccontava: è stato tutto il giorno a dirmi tu lo devi fare, e io no, e lui a insistere, e io ma no. Alla fine Ciampi, insomma, ha detto sì. La mattina dopo è partito per Bruxelles e ha aspettato una telefonata. Non ha telefonato nessuno. Già nella notte successiva, dal lunedì al martedì, è uscita fuori la notizia: D'Alema presidente del Consiglio e Mattarella vice presidente.

Altri progetti[modifica]