Friedrich Heer

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Friedrich Heer (1916 – 1983), scrittore e storico austriaco.

Aurora sull'Europa[modifica]

  • Altre immagini vicine (sul portale di Moissac) rappresentano le pene infernali dei ricchi e di altri peccatori. L'avaro si rotola sul terreno, appoggiato sulle braccia e sulle gambe come un quadrupede, con la schiena piegata verso terra, e accanto a lui la borsa dell'oro, mentre un satanasso fatto di membra umane e ferine gli pianta nel corpo uno dei suoi artigli e due altri diavoli assistono... La femme aux serpents, la donna nuda morsicata da serpi e da rospi che incarna la lussuria, il vizio della crapula e dell'impudicizia, diventa presto un frequente motivo di propaganda in quest'arte popolare... (citato in Ernst Fischer, L'arte è necessaria?)
  • In St. Julien din Brioude due muratori ci osservano: sono volti crudamente realistici con tratti rozzi... Qui per la prima volta nella storia dell'Europa si annunciano e prendono forma nuovi ceti... Il dinamismo di un nuovo "popolo", di nuove masse, chiede con urgenza di esprimersi. Ora si trovano già rappresentate vere e proprie scene di massa; per esempio nella cripita della cattedrale di Clemont-Ferrand. "Popolo" di tutti i generi, grande e piccolo, nel miracolo della moltiplicazione dei pani si affolla con le mani tese verso Cristo, che porge il pane. Il "popolo" qui è tratteggiato con decisa chiarezza realistica: gesti e figure sono schizzati e delineati con segni grossi e netti. Il Cristo aspro, dolce e buono qui è già diventato un autentico Cristo popolare... (citato in Ernst Fischer, L'arte è necessaria?)
  • Nell'entusiasmo da crociata del movimento edilizio viene riversato e rinfuso il vecchio mondo del primo medioevo feudale! (citato in Ernst Fischer, L'arte è necessaria?)

Bibliografia[modifica]

  • Friedrich Heer, Aurora sull'Europa; citato in Ernst Fischer, L'arte è necessaria? (Von der Notwendigkeit der Kunst), traduzione di Fausto Codino, Editori Riuniti, Roma 1975.)

Altri progetti[modifica]