Henry Wadsworth Longfellow

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Henry Wadsworth Longfellow

Henry Wadsworth Longfellow (1807 – 1882), poeta statunitense.

  • Per la maggior parte degli uomini solo la cessazione del miracolo sarebbe miracolosa, e il perpetuo esercizio del potere divino sembra meno meraviglioso di quanto non sarebbe la sua assenza.[1]
  • Se la primavera venisse una volta ogni 100 anni invece di una volta all'anno, o sopraggiungesse con il boato di un terremoto, con quanta meraviglia gli uomini assisterebbero a una tale mutamento! Il silenzioso susseguirsi delle stagioni, invece, fa ormai pensare soltanto a una necessità.[1]

Incipit di alcune opere[modifica]

Amalfi[modifica]

Dolce il ricordo nel mio cor discende
Del bel paese ch'oltra il mar si stende;
Dove si scontran le montagne e l'onde,
Dove in mezzo al calor che si diffonde,
Siede tra' gelsi Amalfi, e i bianchi piedi
Nella calma del mar bagnar la vedi.

Excelsior[modifica]

Cadean veloci l'ombre di sera,
E per nevoso borgo montano
Passava un forte ch'una bandiera
Alto portava col motto strano:
                    Excelsior![2]

Note[modifica]

  1. a b Citato in Selezione dal Reader's Digest, giugno 1974.
  2. Citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, U. Hoepli, Milano, 1921, p. 394.

Bibliografia[modifica]

  • E.G.Longfellow, Amalfi, traduzione di Giulio Minervini, Napoli, R. Stabilimento del Comm. G. De Angelis e figli, 1883.

Altri progetti[modifica]