Hero (film 2002)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Hero

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Yīng xióng

Lingua originale cinese mandarino
Paese Cina
Anno 2002
Genere drammatico, epico
Regia Zhāng Yìmóu
Sceneggiatura Zhāng Yìmóu, Li Feng, Wang Bin
Produttore Zhāng Yìmóu
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Hero, film cinese del 2002 con Jet Li, Tony Leung e Maggie Cheung, regia di Zhāng Yìmóu.

TaglineLa sua forza sconfiggerà un impero. Il suo coraggio unirà un popolo.

Frasi[modifica]

  • In ogni guerra gli eroi sono da tutte e due le parti. (Titoli di testa)
  • Musica e arti marziali condividono lo stesso scopo: il raggiungimento di uno stato di coscienza superiore. (Senza nome)
  • Calligrafia e arte della spada si somigliano. Nascono dall'armonia tra la forza del polso e il sentimento del cuore. (Senza nome)
  • Calligrafia e arte della spada si basano sullo stesso principio. (Spada spezzata)
  • L'essenza della calligrafia è nell'anima, e così è per l'arte della spada. L'una e l'altra aspirano alla verità e alla semplicità. (Spada spezzata)
  • La prima conquista dell'arte della spada è l'unità tra uomo e spada. Quando la spada è nell'uomo e l'uomo è nella spada, anche un filo d'erba è un'arma affilata. La seconda conquista è che la spada è assente nella sua mano, ma è presente nel suo cuore. Anche a mani nude egli può abbattere il proprio nemico a cento passi. La conquista finale dell'arte della spada è l'assenza della spada nella mano e nel cuore. La mente aperta contiene tutto! L'uomo di spada è in pace col mondo! Egli non uccide, e porta la pace all'umanità. (Re di Qin)
  • La persona che più comprende il mio pensiero è l'uomo che considero il mio più grande nemico. (Re di Qin)

Dialoghi[modifica]

  • Re di Qin: E allora? Che cosa aveva scritto?
    Senza nome: Sotto un unico cielo.
    Re di Qin: Sotto un unico cielo.
    Senza nome: Ed egli ha detto, che sono state grandi le sofferenze, per la guerra tra i sette regni è che solo il re di Qin poteva fermarla unendoli, sotto un unico cielo. Mi ha chiesto di rinunciare all'assassinio, per il bene di tutti i popoli e mi ha detto che il dolore di una persona è ben poca cosa, di fronte al dolore di tanti. La rivalità tra Zhao e Qin vale meno di niente, paragonata ad un bene più grande

Altri progetti[modifica]