Hubert de Givenchy

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Hubert de Givenchy

Hubert James Marcel Taffin de Givenchy (1927 – 2018), stilista francese.

Citazioni di Hubert de Givenchy[modifica]

  • È sempre stato il mio sogno essere uno stilista e che mia madre accettasse questa decisione. Tu sei come una farfalla, in ogni momento devi avere una buona ricezione [mima le antenne]; in ogni momento devi stare attento e notare le piccole cose per essere creativo. È una cosa favolosa, dare vita al tessuto, fare qualcosa che si muova bene, l'armonia del colore.
It was always my dream to be a dress designer and that my mother accepted this decision. You are like a butterfly, in every moment you must have good reception [he mimes antennae]; in every moment you must be attentive and notice the little things to be creative. It's a fabulous thing, to give life to fabric, to make something move well, the harmony of colour.[1]
  • Ho visto Audrey Hepburn l’ultima volta in Svizzera, nel 1993. Le avevano dato tre mesi di vita, era molto malata ormai. E debole. Mi ha ricevuto in camera da letto. Mi ha detto: Hubert scegli uno dei quei tre impermeabili che vedi appesi e portamelo. Ne ho preso uno blu notte, lei se l’è stretto al petto e ha aggiunto: “Ogni volta che ti sentirai triste indossalo, io sarò con te”. Credo di non aver mai pianto così tanto come allora, al ritorno da Ginevra a Parigi, a casa mia[2]
  • Non esiste più la moda, esistono tendenze. Come Audrey negli anni 50 che ha imposto uno stile nuovo al cinema, la nuova generazione di donne ha imposto un nuovo concetto di moda. Vedo in giro abiti con tessuti di scarsa qualità e mi dispiace. Mi sembrano creazioni senza vita. Uno stilista che amo molto è Giorgio Armani, mi piace sia come uomo, sia come designer. I suoi modelli sono sempre chic e attuali. Sono convinto che la sua moda non morirà mai. Come la mia Audrey. Credo che sia il sogno di tutte le donne sentirsi come lei.[2]

Note[modifica]

  1. (EN) Citato in Carola Long Hubert de Givenchy: 'It was always my dream to be a dress designer', independent.co.uk, 23 Ottobre 2011.
  2. a b Dall'intervista di Michaela K. Bellisario, Hubert de Givenchy, «L’ultimo incontro con Audrey Hepburn, il mio grande amore platonico», IoDonna.it, 25 novembre 2016.

Altri progetti[modifica]