Ibn Battuta

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Abū 'Abd Allāh Muḥammad Ibn 'Abd Allāh al-Lawātī al-Tanjī Ibn Baṭṭūṭa, noto semplicemente come Ibn Baṭṭūṭa (1304 – 1368/69), esploratore e viaggiatore berbero.

Citazioni di Ibn Battuta[modifica]

  • Tra i santuari fuori città[1] [...] ricordiamo il mausoleo del pio shaykh conosciuto come al-Sa‘dī, il maggior poeta di lingua persiana del suo tempo che talvolta si espresse anche in lingua araba, con annessa una bella zāwiya fornita di un grazioso giardino interno, che egli stesso aveva fatto costruire nei pressi della sorgente del grande fiume Rukn Abād. Sempre lui aveva voluto in questo posto anche una serie di piccoli lavabi in marmo per lavare i panni: cosí gli abitanti di Shīrāz escono di città e rendono visita al santuario, mangiano il pasto che trovano alla zāwiya, fanno il bucato nel fiume e poi tornano a casa – e lo stesso feci anch'io quando vi andai.[2]
  • Viaggiare – ti lascia senza parole, poi ti trasforma in un narratore.
Traveling – it leaves you speechless, then turns you into a storyteller.[3]

Note[modifica]

  1. Shiraz.
  2. Da I viaggi, a cura di Claudia M. Tresso, Einaudi, 2008
  3. Da Traveling Man: The Journey of Ibn Battuta, 1325-1354, p. 17.

Altri progetti[modifica]