Ieng Sary

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Ieng Sary sotto processo nel 2011

Ieng Sary (1925 – 2013), politico cambogiano.

Citazioni di Ieng Sary[modifica]

  • [Riguardo il periodo prerivoluzionario] A quel tempo, il Vietnam addestrava i suoi quadri sotto la convinzione che i tre pasei di Indocina erano tutti veramente un solo paese che necessitava un solo Partito. Non eravamo daccordo.
Vietnam trained its cadres at this time in the belief that the three countries of Indochina were really all one country and should have only one Party. We didn’t agree.[1]
  • Solo la lotta armata, capeggiata dal Partito, avrebbe potuto darci il potere politico.
Only the armed struggle, led by the Party, could put political power in our hands.[1]
  • Abbiamo fatto un bel po' d'istruzione fra i quadri sull'importanza di servire il popolo, sull'essere altruisti e sul mantenere sempre la disciplina. Questa istruzione comunista aiutò dopo a sostenere i membri del Partito durante i periodi difficili.
We did a great deal of education among the cadres about the importance of serving the people, being self-sacrificing and maintaining discipline at all times. This communist education helped carry the Party members through very difficult times later on.[2]
  • Vivevamo nella foresta e non avevamo delle vere scorte di cibo. Dipendevamo dalle tribù locali, che erano minoranze nazionali e guerrieri impavidi, per portarci i viveri dai villaggi. Talvolta, venivano catturati dal nemico, in tal caso non avevamo niente da mangiare. [...] In tal caso, dependevamo sul bambù che cresceva nella foresta per una settimana o più. Ma non perdemmo mai la speranza. Sapevamo che gli uomini delle tribù non ci avrebbero mai traditi. Non avrebbero rivelato niente sulle nostre basi ai reazionari, anche sotto tortura.
We were living in the forest and had no real food supply. We relied on the local tribesmen, who were minority nationalities and very tough fighters, to bring us food from the villages. Sometimes they would be captured by the enemy, though, and then we would have no food at all. [...] We would have to live on bamboo that grew in the forest for a week or more at a time. But we always remained confident. We knew these tribesmen would never betray us. Even under torture they would tell the reactionaries nothing about our bases.[2]
  • Il popolo odiava visceralmente Lon Nol, [...] La massa della popolazione era disposta a lottare. Mobilitarono verso il nostro Partito, il nostro Esercito e il fronte unito, siccome vedevano che eravamo all'avanguardia della lotta contro Lon Nol.
The people bitterly hated Lon Nol, [...] The broad masses were ready to fight. They rallied to our Party, our Army and the united front because they saw that we were in the forefront of the struggle against Lon Nol.[3]
  • Senza le cooperative, i giovani non avrebbero potuto combattere al fronte assicurati che le loro famiglie non erano in pericolo. Senza le cooperative, il prezzo di riso avrebbe sofferto di una terribile inflazione, e le nostre truppe non avrebbero avuto niente da mangiare.
    Ma grazie al sistema delle cooperative, potevamo mobilitare meglio il popolo intero per combattere nella guerra da guerriglieri, per resistere ai bombardamenti e alle offensive reazionarie di Lon Nol, e di liberare sempre più territorio.
Without the cooperatives, the young men would not have been able to go fight at the front, assured that their families would be well cared for. Without the cooperatives, the price of rice would have suffered a terrible inflation and our troops would have had little to eat.
But thanks to the cooperative system, we were better able to mobilize the whole people to fight guerrilla war, to resist the bombings, to resist Lon Nol’s reactionary offensives, and liberate more and more territory.
[3]
  • Abbiamo sopportato la fame per fare sì che i nostri fratelli vietnamiti avessero il nostro riso, eppure loro non ci hanno consegnato le armi e gli attrezzi di cui avevamo bisogno.
We went hungry ourselves so that our Vietnamese brothers could have our rice, and yet they did not deliver the arms and equipment that were intended for us.[3]
  • Molte cooperative stanno fiorendo; quasi tutte sono prospere. Tutto ciò si è avverato sotto la guida del Partito, che è vicinissimo alle masse del popolo. Sotto la sua guida, sono sicuro che riusciremo a risolvere tutte delle molte difficoltà che tutt'ora ci troviamo di fronte.
Many cooperatives are thriving; almost all are succeeding. All this has been accomplished under the leadership of the Party, in the closest connection with the masses of people. Under the leadership of the Party, I am sure we will be able to solve all the many difficulties we still face.[3]
  • La guerra col Vietnam potrebbe essere di lunga durata. Finché il Vietnam continua a imporre la «Federazione indocinese» su di noi, saremo costretti a combattere e di aspettare che la situazione politica cambi. Ma sono certo che la verità e la giustizia infine trionferà.
The war with Vietnam may last a long time. As long as Vietnam tries to impose an ’Indochina Federation’ on us, we will have to fight and wait for the political situation to change. But I am sure that truth and justice will win out in the end.[3]
  • Nell'Asia sudorientale e l'Asia, il desiderio d'indipendenza dei popoli ha sconfitto l'interferenza, l'intervento e il progetto d'espansione da parte della grande potenza espansionistica e dei suoi seguaci.
In Southeast Asia and Asia, the will of independence of the peoples has defeated the interference, intervention and the plan of expansion of the expansionist big power and its followers.[4]
  • Nel Medio Oriente, la lotta del popolo palestinese e di tutti i popoli arabi per esercitare i loro diritti nazionali e di recuperare i loro territori, non si è sviluppata in accordanza con la volontà delle grandi potenze imperialiste ed espansioniste. Questa lotta rimarrà lunga e triste. I popoli palestinesi e arabi hanno imparato lezioni importanti nei loro sacrifici. Il loro desiderio d'indipendenza continuerà a illuminare il cammino della loro battaglia.
In the Middle East, the struggle of the Palestinian people and all the Arab peoples to exercise their national rights and to recover their territories, has not developed according to the will of the imperialist and expansionist big powers. This struggle will remain long and bitter. The Palestinian and Arab peoples have learned precious lessons through their sacrifices. Their will for independence will continue to light the way of their struggle.[4]
  • La situazione del nostro paese è eccellente.
    Il popolo kampucheano, che fu sfruttato, brutalizzato, oppresso, detestato e trascinato nel fango per così tanto tempo, ha messo fine a questo periodo oscuro per sempre. Attraverso la gloriosa vittoria dell'aprile 17 1975, che segna la totale e definitiva liberazione di Kampuchea, il nostro popolo, nella sua capacità di padrone del paese, ha impugnato il diritto di decidere per se stesso il suo proprio destino e quello della patria.
The situation of our country is excellent.
The Kampuchean people, who were exploited, ragged, oppressed, despised and dragged into the mud for a very long time, have put an end to this dark period forever. Through the glorious victory of April 17, 1975, which marks the total and definitive liberation of Kampuchea, our people, in their capacity as masters of the country, have grasped in their hands the right to decide for themselves their own destiny and that of their country.
[4]
  • La corruzione, la privazione e la dissolutezza sono state totalmente eliminate, e hanno fatto largo a una nuova e stabile società conforme alle vere tradizioni nazionali del nostro popolo.
Corruption, deprivation and debauchery have been totally eliminated and have given way to a new and sound society in conformity with the genuine national traditions of our people.[4]
  • Prevale la giustizia sociale o no? Chi ha il diritto di giudicarlo? Non certo gli imperialisti, gli espansionisti e i vietnamiti, che hanno un enorme debito di sangue con il popolo di Kampuchea! Solo il popolo kampucheano ha il diritto di giudicare, e ha giudicato che il presente regime è buono e giusto.
Does social justice prevail or not? Who has the right to judge it? It is surely not the imperialists, expansionists or the Vietnamese, who have an enormous debt of blood towards the Kampuchean people! Only the Kampuchean people have the right to do so. And the people have judged that this regime is a good and just one.[4]
  • Negli ultimi tre anni o di più, il nostro popolo è riuscito a difendere e salvaguardare l'indipendenza, la sovranità e l'integrità territoriale del paese. È riuscito a risolvere i problemi post-bellici pesanti e importanti, come quelli del cibo, ma senza fare come Vietnam che chiede elemosine da tutti.
During these more than three years past, our people have successfully defended and safeguarded the independence, sovereignty and territorial integrity of their country. They have successfully solved the heavy and important post-war problems, such as the problem of food, without going like Vietnam, begging to anyone.[4]
  • Grazie all'impavida unità, profonda devozione e fedeltà del popolo kampucheano verso il regime colettivista, grazie alla sua lotta per difendere e sviluppare con successo ed entusiasmo in un movimento rivoluzionario immenso e appasionato, il futuro della Kampuchea Democratica non può essere nient'altro che brillante.
Thanks to the Kampuchean people's firm unity, deep devotion and faithfulness to the collectivist regime, thanks to their struggle to successfully and enthusiastically defend and build up the country in an immense and impassioned mass revolutionary movement, the future of Democratic Kampuchea can be nothing but brilliant.[4]
  • Nella storia dell'umanità, gli imperialisti, gli espansionisti, i colonialisti e i neocolonialisti hanno mai espresso soddisfazione e congratulazioni ai paesi e ai popoli che fecero rivoluzione e vinsero la loro indipendenza?
In the history of mankind, have the imperialists, expansionists, colonialists and neo-colonialists ever expressed their satisfaction and congratulations to any countries and peoples who have made revolution and won their independence?[4]
  • In colusione con le attività degli imperialisti statunitensi, l'aggressore vietnamita, il divoratore di territori, ha innescato delle attività febbrili e barbariche con lo scopo di distruggere la Kampuchea Democratica.
    Vietnam lo fa perché, per tanto tempo, ha voluto annettere e assorbire la Kampuchea e sterminare la razza kampucheana.
Parallel with the activities of the U.S. imperialists, the Vietnamese aggressor and swallower of territories has carried out feverish and most barbarous activities aimed at destroying Democratic Kampuchea.
The reason is that Vietnam has had for a long time the ambition of annexing and swallowing Kampuchea and exterminating the Kampuchean race.
[4]
  • Il progetto dei vietnamiti è, prima di tutto, prendere possesso di Kampuchea per poi allargare la sua espansione su tutti gli altri paesi nell'Asia sudorientale.
The Vietnamese plan is first of all to take possession of Kampuchea and then extend its expansion over to the other countries in Southeast Asia.[4]
  • La Kampuchea Democratica non impone alcuna condizione su Vietname per risolvere il problema. È invece l'aggressore, l'annessista e divoratore di territori vietnamita che, come Hitler, ha imposto condizioni sulla Kampuchea Democratica. Infatti, quando egli minacciò e attaccò i paesi dell'est Europa, Hitler costrinse questi paesi a negoziare, a capitolare e di arrendere i loro territori a lui. Vietnam si comporta nel medesimo modo.
Democratic Kampuchea does not put any condition on Vietnam for solving the problem. It is rather the Vietnamese aggressor, annexationist and swallower of territories which, in Hitler's style, has put conditions on Democratic Kampuchea. Indeed, when he threatened and aggressed the countries in East Europe, Hitler forced these countries to negotiate, to capitualte and put their territories under his rule. Vietnam acts in the same manner.[4]
  • Se mettiamo le forze vietnamite in confronto alle nostre, siamo numericamente inferiori.
If we compare the Vietnamese forces with our own, we are less than the Vietnamese.[5]
  • Il popolo vietnamita sa benissimo che la guerra in Kampuchea è una guerra d'aggressione. Così, ha cominciato a resistere contro le autorità vietnamite. Ci sono inoltre delle contraddizioni tra il Vietnam del nord e del sud. Ora, la minoranza nazionale degli altopiani nel sud ha incrementato i suoi sforzi contro le autorità vietnamite.
The Vietnamese people are well aware that the war in Kampuchea is a war of aggression. So the Vietnamese people have begun to carry out struggle against the Vietnamese authorities. And besides that there are contradictions between the north and south Viet Nam. Now the highland national minority in south Viet Nam increased their fighting against the Vietnamese authorities.[5]
  • [Riguardo la guerra cambogiano-vietnamita] Dopo trent'anni di lotta di liberazione, il mondo ha molto rispetto per il Vietnam. Ma ora tutto quel rispetto di cui il Vietnam godeva sta svanendo.
After thirty years of fighting for liberation, the world has much respect for Viet Nam. But now all this respect that Viet Nam was getting is nothing.[5]
  • Nel 1978, la carestia non esisteva in Kampuchea. Il nostro popolo aveva cibo sufficente, e avevamo già firmato un contratto per esportare il riso ai paesi africani. Avevamo scorte di vestiti, sale e materiali tessili, tutte per il tenore di vita del nostro popolo.
    Dopo l'aggressione vietnamita, tutti questi sono stati distrutti. Durante questi dieci mesi di aggressione vietnamita, un milione del nostro popolo è morto. Mezzo milioni sono stati assassinati dai vietnamiti e mezzo milioni sono morti di fame. Gli aggressori vietnamiti hanno apositamente creato una situazione di carestia per sterminare il nostro popolo.
In 1978, the famine did not exist in Kampuchea. Our people had enough to eat and we had already signed a contract to export rice to the African countries. We had stocks of clothes, salt, and textile materials, all for the condition of living of our people.
After the Vietnamese aggression all these have been destroyed. During this ten-month period of Vietnamese aggression, one million of our people have died. Half a million have been executed by the Vietnamese and half a million have died of starvation. The Vietnamese aggressors have deliberately created the situation of famine in order to exterminate our people.
[5]
  • Pensiamo che sia meglio se l'assistenza venisse attraverso i nostri soldati, siccome possiamo raggiungere tante persone e possiamo servirle direttamente.
We think that it would be better if the aid comes through our own fighters, because we can reach a lot of the people and we can directly serve the people. [5]
  • Quando abbiamo deciso di evacuare il popolo dalle città, non era per ucciderlo, ma per educarli sui problemi che avevamo nel sviluppare la nostra agricoltura. Durante l'evacuazione, il popolo soffrì tante difficoltà, ed è vero che alcuni perirono. La decisione fu fatta da persone che volevano sinceramente risolvere il problema, ma i vietnamiti sabotarono l'impresa.
    Questi agenti maltrattarono il popolo. Per esempio, alcune persone coltivavano riso e canna di zucchero attorno le loro case, e volevano usarle per loro stessi e per i loro figli, ma gli agenti vietnamiti li accusarono di essere individualisti e di non voler vivere in modo colettivo.
    Infatti, non diciamo che tutto ciò che abbiamo fatto fu giusto. Furono comessi alcuni errori. C'erano persone che hanno applicato la linea politica in modo sbagliato. Ma sono gli agenti vietnamiti che hanno causato i problemi più grandi.
When we decided to evacuate the people from the cities, it was not an order to kill them, but it was to make them aware of the problems we faced to develop our agriculture. During this evacuation the people faced many difficulties and indeed some of them died. This decision was made by people who sincerely wanted to solve the problem, but Vietnamese agents tried to sabotage our work.
These agents mistreated the people. For example, some people grew rice and sugar cane around their houses and wanted to use it for themselves and their children, but the Vietnamese agents accused them of being individualist and not wanting to live in a collective way.
Indeed, we don’t say that all we did was right. Some mistakes have been made. There were people who carried out the policy line in a wrong way. But the Vietnamese agents are the ones that created the biggest problems.
[5]
  • L'Unione Sovietica sta usando Vietnam per prepararsi a una terza guerra mondiale.
The Soviet Union is using Viet Nam to prepare for a third world war.[5]
  • Siamo dell'opinione che si i khmer continuano ad ammazzarsi fra di loro, la nostra nazione verra vanificata. Ma il gruppo dittatoriale di Pol Pot, Ta Mok e Son Sen continua a prolungare questa guerra infinita. Da patriota, non posso accettare questo tipo di situazione. Questa è la ragione che mi condusse a lasciare il gruppo dittatoriale di Pol Pot, Ta Mok e Son Sen per formare il Movimento unito nazionale democratico (Mund).
We are of an opinion that if Khmer and Khmer continue to shed their own blood, our nation will be reduced to nothing. But the dictatorial group of Pol Pot, Ta Mok, Son Sen continues to wage this endless war. As a patriot, I cannot accept this kind of situation. This is the reason that led to break away from the dictatorial group of Pol Pot, Ta Mok, Son Sen to form the Democratic National United Movement (DNUM).[6]
  • [...] lo spargimento di sangue fra i khmer va fermato, e tutti i khmer devono cooperare nel difendere e sviluppare una Cambogia indipendente, pacifica, unità e democratica sotto l'ombrello della monarchia, che risale dall'era di Angkor. La monarchia deve essere conservata ed accompagnata da un regime democratico in accordanza con lo sviluppo della nostra patria e tutte le nazioni del mondo.
[...] the bloodshed between Khmer and Khmer must be stopped and unite all Khmer to cooperate in defending and build an independent, peaceful, unified and democratic Cambodia under the umbrella within the framework of Monarchy which has lasted since the Angkor era. The monarchy must be preserved and accompanied by a democratic regime according to the development of our country and all the countries in the world.[6]
  • [Riguardo la fazione di Pol Pot] Con l'esperienza di tanti anni di lotte insieme, qualsiasi spettativa che questa fazione tornerà a discutere è impossibile.
Through experience of many years of struggle together, any expectation that this bunch will return to negotiation is impossible.[6]
  • Non sono il braccio destro di Pol Pot. Ovviamente, lo è Nuon Chea. C'era un comitato che pianificava tutte le questioni di sicurezza, composto da quattro persone: Pol Pot, Nuon Chea, Son Sen, e Yun Yat, consigliere di Son Sen. Tutte le decisioni furono prese dal comitato di questi quattro. L'evacuazione del popolo dalle città fu una decisione che non coinvolgeva la mia partecipazione.
I am not the right hand of Pol Pot. Obviously, the main right-hand man is Nuon Chea. And there was a committee which considered all questions about security, which comprised four people: Pol Pot, Nuon Chea, Son Sen, and Son Sen's advisor Yun Yat. All decisions were made by the committee of the four. The evacuation of the people from the cities did not involve my participation in the decision.[6]
  • Rimpiango la strage degli intelettuali, siccome fui io a radunarli per aiutare nello sviluppo della nazione.
I am very regretful for the deaths of the intellectuals because I was the one who gathered them to come to help build the country.[6]
  • Ho un bel po' di figli. Erano mandati nella giungla a raccogliere medicine tradizionali. Quando tornarono, mi dissero «Padre, il popolo muore di fame. Alcuni hanno da mangiare solo il borbor.» Andai a parlare con Pol Pot, ma mi rispose che stavo attaccando il mio stesso regime.
I have quite a lot of children. They were sent into the jungle to collect traditional medicine. When they returned they told me "Father, the people are starving, most of them had only borbor to eat." I had gone to talk with Pol Pot but he replied to me that I was attacking my own regime.[6]
  • Sono nato un nazionale khmer, quindi accetto qualsiasi regime che guida la nazione khmer verso il progresso e la solidarietà.
I was born a Khmer national. So, whatever regime is seen as leading the Khmer nation toward progress and solidarity, I accept it.[6]

Citazioni su Ieng Sary[modifica]

  • Un po' di tempo nei boschi ti farà bene, compagno. Almeno servirà a toglierti di dosso quei modi parigini piccolo borghesi. Ti aiuterebbe a coltivare il tuo spirito proletario. (Nuon Chea)

Note[modifica]

  1. a b Citato in "Interview with Deputy Prime Minister Ieng Sary, Part I: How Kampuchea Made its Revolution", The Call, Vol. 7, No. 33, 28 agosto 1978
  2. a b Citato in "Interview with Ieng Sary of Kampuchea, Part II: ’We Were Able to Inspire the People’", The Call, Vol. 7, No. 34, 4 settembre 1978
  3. a b c d e Citato in "Conclusion of Call Interview with Kampuchea’s Ieng Sary Socialist Construction Moving Forward", The Call, Vol. 7, No. 35, 11 settembre 11 1978
  4. a b c d e f g h i j k Citato in "Speech by the Deputy Prime Minister in Charge of Foreign Affairs Ieng Sary, Chairman of the Delegation of Democratic Kampuchea at the 33rd Session of the United Nations General Assembly Delivered on October 12, 1978", UNITY Publications, febbraio 1979
  5. a b c d e f g Citato in "UNITY interviews Ieng Sary: On mass famine, Kampuchean united front, resistance and other questions", Unity, Vol. 2, No. 21, 19 ottobre-1 novembre 1979
  6. a b c d e f g Citato in "Interview with Ieng Sary", Phnom Penh Post (6 settembre 1996)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]