Indovinelli lucani

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Raccolta di indovinelli lucani.

Indovinelli lucani[modifica]

  • Donna Chicchìna nu vól capí, | ten' i figli e marìt' nun ten'.[1]
Donna Checchina non vuol capire, | tiene i figli e non ha marito.[soluzione 1]
  • Spont' lu vrachittón' | e esc' lu battaglión.[2]
Si sbottona lo sparato | e si scartoccia un battaglione.[soluzione 2]
  • Zipp' zippìgn' firr' firrìgn' | nnanz' a la fémin ball' e strign'.[3]
Piccolo oggetto di legno e di ferro | davanti alla donna ballo e attorciglio.[soluzione 3]

Note[modifica]

  1. Citato in Paremiologia lucana, p. 392.
  2. Citato in Paremiologia lucana, p. 403.
  3. Citato in Paremiologia lucana, p. 406.

Soluzioni[modifica]

  1. La gallina.
  2. La spiga di granone.
  3. Il fuso.

Bibliografia[modifica]

  • Enzo Cervellino, Paremiologia lucana, con 18 illustrazioni, traduzioni di Enzo Cervellino, Laurenziana, Napoli, 1964.

Voci correlate[modifica]