Jean Domat

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Jean Domat

Jean Domat, o Daumat (1625 – 1696), scrittore e giureconsulto francese.

Pensieri[modifica]

  • Il superfluo dei ricchi dovrebbe servire al necessario dei poveri ma, proprio al contrario, il necessario dei poveri serve al superfluo dei ricchi.
  • L'eloquenza dell'avvocato sta nel far conoscere la giustizia mediante la verità.
  • La poesia ha, di solito, più risonanza e più consensi della prosa. Accade tuttavia qui come per il grottesco in pittura: ciò che piace è più sorprendente, ma di certo meno valido e meno bello del naturale.
  • Non avrei il carattere di Democrito, né quello d'Eraclito; seguendo la mia natura, prenderei una terza posizione: essere tutti i giorni adirato contro il mondo intero.

Bibliografia[modifica]

  • Jean Domat, Pensieri, in Aa. Vv., Moralisti francesi. Classici e contemporanei, a cura di Adriano Marchetti, Andrea Bedeschi, Davide Monda, BUR, 2012.

Altri progetti[modifica]