Joel Fuhrman

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Joel Fuhrman nel 2011

Joel Fuhrman (1953 – vivente), medico e saggista statunitense.

Citazioni di Joel Fuhrman[modifica]

  • A causa dell'artrite reumatoide e di altri problemi, una donna di 62 anni era arrivata ad assumere ogni giorno 9 diversi tipi di farmaci. A dispetto delle cure, le sue articolazioni, specie quelle delle mani, risultavano seriamente compromesse, tanto che negli ultimi dieci anni non riusciva più nemmeno a "fare il pugno". Decidemmo di iniziare con un breve periodo di digiuno, seguito da una dieta vegetariana. I primi miglioramenti si evidenziarono durante il periodo di digiuno controllato. Attualmente, a cinque mesi dall'inizio della dieta vegetariana, la paziente sta bene, ha riacquistato una buona mobilità articolare e ha eliminato gran parte dei farmaci.[1]
  • Assumere rimedi tossici per risolvere scelte cattive sullo stile di vita è estremamente inefficace e permette l'avanzare del processo di malattia. La dieta americana è degenerata nel fast-food, cibo trattato e raffinato.[2]
  • Sebbene possa sembrare esagerato affermare che una semplice dieta può modificare il decorso di una malattia tanto grave come l'artrite reumatoide, i risultati ottenuti confermano che non prenderla in considerazione è un atteggiamento irresponsabile.[1]

La dieta nutritariana[modifica]

Incipit[modifica]

Ci hanno imbrogliato alla grande.
Le diete non funzionano e fanno male alla salute. Tutte sono destinate a fallire, sia che calcolino le calorie, che misurino le porzioni o che giochino sul rapporto tra lipidi e proteine nel piatto. Se anche ci permettono di perdere qualche chilo, nel giro di un paio d'anni li recuperiamo... se non addirittura qualcuno in più.

Citazioni[modifica]

  • Quando si cominciano a mangiare cibi sani e ricchi di nutrienti, come verdure, legumi, semi, frutta e frutta secca, si inonda l'organismo delle vitamine, dei minerali e delle sostanze fitochimiche di cui ha assoluto bisogno. Non vi limiterete semplicemente a constatare un immediato calo ponderale, bensì subirete una vera e propria metamorfosi, avvertendo il desiderio prepotente di quegli alimenti che favoriscono un buono stato di salute anziché di quelli che sono causa di malattia.
  • Quando, rispetto alle calorie, i nutrienti sono in quantità elevata, l'adipe si scioglie e la salute ritorna. Più cibi ad alta densità di nutrienti consumiamo, più basso sarà l'apporto calorico, e di conseguenza minore risulterà il desiderio prepotente di alimenti grassi o ricchi di calorie.
  • Un'alimentazione ricca di nutrienti ridurrà il desiderio di cibi calorici e poveri di sostanze nutritive. Nel giro di qualche settimana, le papille gustative cambieranno orientamento, perdendo interesse per alimenti malsani che un tempo sembravano irrinunciabili; vi sentirete più sazi assumendo meno calorie di prima. Ne risulteranno uno stato di salute migliore e una perdita di peso permanente.
  • Il segreto per vivere bene si fonda sui micronutrienti. Mangiare sano e consumare la giusta quantità e il giusto assortimento di sostanze nutritive comporta benefici sostanziali a lungo termine per la salute.
  • L'eccellenza nutrizionale è il mezzo più potente per conseguire una perdita di peso permanente, prevenire e far regredire una patologia e arrestare alcune delle malattie degenerative più diffuse ai giorni nostri.
  • L'assistenza sanitaria più efficiente è prendersi cura di se stessi. Né farmaci né dottori possono garantirvi uno stato di salute ottimale, proteggervi da malattie e sofferenza. E quasi tutti i medici lo sanno.
  • Quando un integratore o un farmaco non soddisfa il nostro fabbisogno nutrizionale, è generalmente tossico e rischia di esasperare i danni causati da un'alimentazione già di per sé nociva.

Note[modifica]

  1. a b Citato in Jean Carper, Mangia bene e starai meglio, traduzione di Rossella Traldi, Sperling & Kupfer, Milano, 1995, p. 425. ISBN 88-200-1919-1
  2. Citato in Maurizio Martucci, Alimentazione, rivoluzione coltello e forchetta, il Fatto Quotidiano.it, 6 giugno 2014.

Bibliografia[modifica]

  • Joel Fuhrman, La dieta nutritariana, Sperling & Kupfer, Milano, 2015.

Altri progetti[modifica]