John A. McDougall

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
John A. McDougall

John A. McDougall (1947 – vivente), medico statunitense.

Citazioni di John A. McDougall[modifica]

  • E la verità è questa: il cibo che immettete nel vostro organismo è l'unico, il più potente fattore che determina il vostro stato di salute e la vostra condizione di benessere. […] mi sono trasformato da giovane malato cronico in una persona che potrebbe essere considerata il ritratto della salute. A cinquantanove anni (sono nato nel 1947) continuo a beneficiare del fatto che rifornisco il mio corpo del cibo giusto. Quanti nonni conoscete che praticano regolarmente windsurf sul profondo oceano blu oppure che si caricano il nipotino zaino in spalla per portarlo a fare un'avventurosa escursione in montagna? Grazie alla dieta appropriata oggi godo di questo tipo di salute.[1]
  • Ho osservato che lo stato di salute delle persone cambiava drasticamente in base a quanto tempo erano vissute alle Hawaii. Gente cresciuta in Giappone, nelle Filippine, in Corea o Cina, cioè la prima generazione che si era trasferita alle Hawaii, non ha mai sofferto di malattie cardiache, cancro alla prostata, al colon o al seno, artrite reumatoide, sclerosi multipla; non è mai stata in sovrappeso, e a ottanta o novant'anni godeva di ottima salute. I figli, invece, erano un po' più grassi e malati, i nipoti e la generazione ancora successiva erano decisamente grassi. Era la dieta a fare la differenza. La prima generazione mangiava prevalentemente riso e verdure, ma i loro figli hanno iniziato a sostituire il riso con alimenti di origine animale, carne e latticini; sono ingrassati e si sono ammalati. A quel punto ho capito cos'è che causava quelle malattie.[2]
  • Il dolore e la sofferenza inflitti ai bambini con la dieta americana sono così brutali che, se i genitori la imponessero a suon di ceffoni, verrebbero messi in prigione.[3]
  • L'analisi delle loro ossa […] ha mostrato che i guerrieri più feroci del mondo seguivano una dieta essenzialmente vegana. Nei racconti del tempo, a volte ci si riferiva ai gladiatori come hordearii, o uomini d'orzo, poiché questo cereale forniva la maggior parte dei nutrienti che garantiva a muscoli e ossa, incredibilmente forti, la potenza e la resistenza per competere nel principale sport per la vita o la morte.[4]
  • Noi umani siamo fatti per stare bene grazie agli amidi. Più riso, mais, patate, patate dolci e fagioli mangiamo, più in forma, energici e in salute diventiamo.
    Amido? Davvero? Non serve per le camicie? Sì, ma è anche la chiave per una dieta ottimale e per saziarsi. Ne sentiamo tante sui carboidrati, se vadano mangiati o no, ma non sentiamo parlare abbastanza del tipo di carboidrato più prezioso, l'amido.[4]
  • Non è una coincidenza che la stessa dieta che aiuta a prevenire e a curare il diabete provochi anche una rapida perdita di peso, abbassi il colesterolo e i trigliceridi, ripulisca le arterie e riporti il corpo a funzionare ottimamente. Tuttavia, a prescindere da quante volte la ricerca sembri dimostrare la stessa cosa, è improbabile che la tendenza cambi, per via degli incentivi economici che il sistema sanitario riceve da una condizione continua di malattia e da terapie lucrative.[5]

Note[modifica]

  1. Da Guarisci il tuo apparato digerente, traduzione di Gemma Tarditi, Macro edizioni, Cesena, 2011, introduzione.
  2. Dal documentario Forchette contro coltelli, 2011.
  3. Da Vegan Diet Damages Baby's Brain-Sensationalism!, VegNews, marzo-aprile 2003, p. 10; citato in Tuttle, p. 76.
  4. a b Da La Starch Solution, traduzione di Maria Silvia La Luce, Edizioni Sonda, Casale Monferrato, 2017, cap. I.
  5. Da Diet and Diabetes: The Meat of the Matter, EarthSave Magazine, novembre 2002, p. 22; citato in Tuttle, p. 94.

Bibliografia[modifica]

Filmografia[modifica]

Altri progetti[modifica]