La Toya Jackson

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
La Toya (al centro) con la famiglia Jackson nel 1977.

La Toya Jackson (1956 – vivente), cantante e modella statunitense.

Citazioni di La Toya Jackson[modifica]

  • [Aneddoto sul fratello Michael Jackson, affascinato dall'episodio Persona o persone sconosciute della serie televisiva Ai confini della realtà (1959)] Venne assorbito da un episodio di Ai confini della realtà che parlava di un uomo che perde la propria identità. Tutti quelli che conosce lo trattano come un completo estraneo, finché lui non mette in dubbio addirittura la sua esistenza. Per qualche ragione questa storia impressionò Michael, benedetto da una fervida immaginazione. In quel momento stavo inserendo la chiave nella porta del nostro appartamento, e lui stava seduto davanti al televisore chiedendosi "Chi sono? Sono davvero reale?"
    Perché lo feci non lo so, ma impulsivamente finsi di non riconoscere Michael, fissandolo attonita gli chiesi "Chi sei tu? Cosa fai in casa mia?"
    Michael saltò sul divano, esterrefatto "Che intendi dire? Sono Mike!"
    "Ma chi sei?"
    "Sono Mike!"
    "Ma chi sei?" gli chiesi ripetutamente, turbata.
    "Non farmi questo, La Toya!" supplicò.
    Scoppia a ridere. "Ti sto solo prendendo in giro, stramboide," dissi, chiedendomi perché era così agitato.
    "No, non capisci." disse boccheggiando. "Ho visto quest'episodio di Ai confini della realtà che parla di un uomo che perde la propria identità. E dissi tra me e me «Se La Toya viene qui a chiedermi chi sono senza riconoscermi, morirò.» Mi hai quasi fatto venire un infarto."
He became absorbed in a Twilight Zone episode about a man who loses his identity. Everyone he thinks he knows treats him like a total stranger, until he begins questioning whether he exists at all. For some reason this story made an impression on Michael, blessed with an active imagination. At the same moment I was inserting the key into the door of our apartment, he was sitting in front of the TV asking himself, Who am I? Am I really real?
Why I did this, I don't know, but on the spur of the moment I pretended I didn't recognize Michael, staring at him blank-faced and asking, "Who are you? And what are you doing in my house?"
Michael jumped on the sofa, aghast. "What do you mean? I'm Mike!"
"But who are you?"
"I'm Mike!"
"But who are you?" I asked him over and over again.
"Don't do this to me, La Toya!" he pleaded.
I burst out laughing. "I'm just kidding, you creep," I said, wondering why he looked so agitated.
"No, you don't understand." He gulped for air. "I saw this Twilight Zone episode where a guy loses his identity. And I said to myself, 'If La Toya comes in here and asks me who I am, I am going to die.' You almost gave me a heart attack." (pp. 108-109)

Bibliografia[modifica]

  • La Toya Jackson, Patricia Romanowsky, La Toya: Growing Up in the Jackson Family, Penguin, 1992, ISBN 9780451174154

Altri progetti[modifica]