Le fate ignoranti

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Le fate ignoranti

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Le fate ignoranti
Paese Italia
Anno 2001
Genere drammatico
Regia Ferzan Özpetek
Sceneggiatura Ferzan Özpetek, Gianni Romoli
Attori

Le fate ignoranti, film italiano del 2001, regia di Ferzan Özpetek.

Frasi[modifica]

  • Che stupidi che siamo, quanti inviti respinti, quante parole non dette, quanti sguardi non ricambiati. Tante volte la vita ci passa accanto e noi non ce ne accorgiamo nemmeno. (Michele)
  • A Massimo, per i nostri sette anni insieme, per quella parte di te che mi manca e che non potrò mai avere, per tutte le volte che mi hai detto non posso, ma anche per quelle in cui mi hai detto ritornerò. Sempre in attesa... Posso chiamare la mia pazienza "amore"? La tua fata ignorante. (Michele)
  • L'unico modo per mantenere un segreto è quello di scegliersi una sola persona a cui dirlo. (Veronica)
  • E quella persona, è il tuo vero amore anche se poi nella vita ci accorgiamo che ci innamoriamo degli interessi comuni come quello del libro di poesie e scoprendo poi, che la vera persona da amare sarebbe stata un'altra: la moglie Antonia. (Carmine)

Altri progetti[modifica]