Leopoldo Mastelloni

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Leopoldo Mastelloni

Leopoldo Mastelloni (1945 – vivente), attore, regista e cantante italiano.

Da un'intervista di Malcom Pagani, Il Fatto Quotidiano; riportata su Dagospia.com, 15 giugno 2015
  • I napoletani sono deboli e incapaci di ribellarsi.
  • Sapete cosa mi dà più fastidio? L'ostentazione. L'outing. Il privato sbattuto in pubblico. La ridicola partita dei matrimoni gay. Avete scelto la trasgressione e poi volete fare peggio dei coniugi di Abbiategrasso. Ma che cazzo state a dì?
  • Meglio dire frocio. Il gay dovrebbe essere felice per definizione. Non sempre ha buoni motivi per essere allegro.
  • [...] domina la pruderie. C'è gente che fa i pompini al marito e poi corre a lavarsi la bocca per poterlo nuovamente baciare. Avete capito a che punto siamo arrivati?
  • [...] gli anni '70 sono stati anche il palco ideale per la commedia degli equivoci. Tutti a osannare la coppia libera e il libertinismo da un lato e tutti sfranti dalla gelosia dall'altro.
  • Da ragazzo militai in un collettivo comunista in cui mettersi la seta che ho al collo era considerato un peccato borghese. Impiegai un po' di tempo a capire che la sciarpa, la settimana bianca o la villeggiatura al mare coincidevano con il loro desiderio più recondito. Criticavano ciò a cui aspiravano. Un'ipocrisia insopportabile.
  • In Italia, persino più grande di Anna Magnani, c'è stata soprattutto La Loren. Nella sua grandezza unica, Anna era monodimensionale. La Loren no. È stata un mito. Mi ha fatto capire qualcosa. La vedi nei film di Blasetti o in certe avventure americane con Sidney Lumet di fine anni '50 e vedi la modernità, il lato comico, l'attrice che sfiora tanti diversi registri.
  • Sono sempre stato un provocatore. Uno che rompeva gli schemi. Uno che doveva conquistare. Io devo piacere pure al cane, se ne trovo uno che si rifiuta di farmi le feste, lo seduco. Alla fine sono un attore nel vero senso della parola. Sono un ipocrita. Forse resto un piccolo borghese.
  • [...] quel che gli hanno fatto [a Silvio Berlusconi] è indegnissimo. Se fossimo andati a rompere i coglioni a Giovanni Gronchi, a vivisezionare la sua vita come fosse Liz Taylor e a tampinarlo sotto le lenzuola, sarebbero uscite le stesse cose. Ero amico di tutti i paparazzi di Roma. Non c'è politico che non abbia avuto il suo Bunga bunga.
  • [...] oggi in tv sono tutti froci. Anche quelli che figliano e posano con le loro mogliettine per il settimanale patinato.
  • L'arte è tutto. L'arte non tradisce.

Altri progetti[modifica]