Louis Pasteur

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Louis Pasteur

Louis Pasteur (1822 – 1895), chimico e biologo francese.

Citazioni di Luois Pasteur[modifica]

  • Che vi è al di là? Lo spirito umano, spinto da una forza invincibile, non cesserà mai di domandarsi: Che vi è al di là? Vorrà arrestarsi nel tempo e nello spazio? Siccome il punto ove esso si arresta non è che una grandezza finita, più grande solamente di tutte quelle che l'hanno preceduta, appena comincia ad affissarlo, si riaffaccia l'implacabile questione e sempre senza che egli possa far tacere il grido della sua curiosità. A nulla serve rispondere: al di là sono spazii, tempi, grandezze senza limiti. Nessuno comprende queste parole. Colui che proclama l'esistenza dell'infinito – e nessuno può evitarla – accumula in tale affermazione più di soprannaturale che possa esistere sui miracoli di tutte le religioni; perché la nozione dell'infinito ha il doppio carattere d'imporsi e di essere incomprensibile. (citato in Camille Flammarion, Per la scienza dell'anima, traduzione di Francesco Zingaropoli, Società Editrice Partenopea, Napoli 1923)
  • Il caso aiuta solo le menti già pronte. (citato in Sam Kean, Il cucchiaino scomparso, Adeplhi, Milano 2012, p. 184)
  • In futuro si riderà sulla stupidità dei moderni filosofi materialisti. Quanto più io studio la natura, più io rimango stupito dell’opera del Creatore. Di solito io prego mentre sono impegnato nel mio lavoro in laboratorio (citato in in The Literary Digest, Vol.XXV n.°16 , 18 ottobre 1902 ,pag.490 ,vedi anche https://archive.org/details/literarydigest25newy/page/490 e citato in Giuseppe Serio, Scienza sapere amore per la vita, Pellegrini, Acta paedagogica, 2000, p. 7)
  • La scienza fa gli uomini più vicini a Dio. (citato in Giuseppe Serio, Scienza sapere amore per la vita, Pellegrini, Acta paedagogica, 2000, p. 7)
[...] la science qui rapproche l'homme de Dieu [...]. (citato in Michael Patrick Leahy, Letter to an Atheist, 2007, p. 61)

Citazioni su Luois Pasteur[modifica]

  • Nulla mancava a quel cervello, neppure i contrasti più intensi: la vivacità e la fecondità, la fertilità delle ipotesi ispiratrici e il culto severo dell'esperienza irrefutabile; la ricchezza di inventiva e la chiarezza di giudizio; la pignoleria nelle ricerche e negli esperimenti e l'irruenza delle deduzioni pratiche; la meticolosità nel confrontare le argomentazioni e la paziente attività dimostrativa spinta fino alla volgarizzazione; il compiacimento delle numerose ispirazioni e la disciplina d'una logica rigorosamente articolata; il culto segreto dell'astrazione e la facoltà d'inebriarsi nelle attività costruttive; l'arte di circoscrivere quanto era ampio e complesso e quella di allargare sino al lirismo una questione di cui gli altri non avevano visto che i limiti. (Henri Mondor)

Altri progetti[modifica]