Louis Philippe de Ségur

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Louis Philippe de Ségur

Louis Philippe, conte di Ségur (1753 – 1830), diplomatico e storico francese.

Citazioni di Louis Philippe de Ségur[modifica]

Il lui manquait deux choses que l'Italie ne produit guère: des généraux et des soldats.
  • Niun libro mi avrebbe potuto insegnare quel che mi fecero conoscere, in poche conversazioni Marmontel, e La Harpe sopra le forme dello stile e sui mezzi secreti dell'eloquenza, Boufflers sopra l'arte di far cadere naturalmente un tratto piccante e felice, il duca di Nivernais sopra la finezza del tatto, sopra le gradazioni della grazia, sopra la delicatezza del gusto, e l'abate Delille sopra il modo di agitare colla nostra immaginazione quella bacchetta magica che sa dar l'anima ad ogni cosa. (da Mémoires; citato in Giuseppe Bianchetti, Dello scrittore italiano discorsi nove)
  • Tentò Carlo X fin da' pricipii del suo regno di diffondere per tutta la Francia, come ad un pio monarca conveniva, i sentimenti di religione che i tempi avean soffocati. Numerose schiere partirono di missioni straniere portando seco un numero considerevole di libri di divozione, almanacchi, cantici, crocifissi, scapolari effigie miracolose, e via discorrendo.[2]
  • Tutti i malvagi sono bevitori di acqua, e lo dimostra il diluvio. (citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 571)
Tous les méchants sont buveurs d'eau; | C'est bien prouvé par le déluge.

Note[modifica]

  1. Citato in G. B. Garassini e Carla Morini, Gemme, classe 5 maschile, Sandron, Milano [post. 1911].
  2. Da Storia di Francia, volta in italiano dal cav. L. Rossi e dal prof. G. Barbieri, Stamperia nella Pietà de' turchini, Napoli, 1837, tomo XVIII, cap. VII, pp. 37-38.

Altri progetti[modifica]