Lucifero

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Lucifero, re dell'Inferno (G. Doré, 1861-68)

Lucifero, divinità della mitologia romana e figura biblica.

Citazioni su Lucifero[modifica]

  • Ciò che Lucifero perdette con la superbia, Maria lo guadagnò con l'umiltà. (Luigi Maria Grignion de Montfort)
  • Lo 'mperador del doloroso regno | da mezzo 'l petto uscia fuor de la ghiaccia. (Dante Alighieri, Divina Commedia)
  • Negli inferi è precipitato il tuo fasto, | la musica delle tue arpe; | sotto di te v'è uno strato di marciume, | tua coltre sono i vermi. || Come mai sei caduto dal cielo, | Lucifero, figlio dell'aurora? | Come mai sei stato steso a terra, | signore di popoli? || Eppure tu pensavi: | Salirò in cielo, | sulle stelle di Dio | innalzerò il trono, | dimorerò sul monte dell'assemblea, | nelle parti più remote del settentrione. || Salirò sulle regioni superiori delle nubi, | mi farò uguale all'Altissimo. || E invece sei stato precipitato negli inferi, | nelle profondità dell'abisso! (Libro di Isaia)
  • Lucifer (in italiano Lucifero), più che un vero e proprio nome del diavolo, è una immagine quanto mai espressiva per indicare quello che all'inizio era il più stupendo angelo creato da Dio. (Francesco Bamonte)
  • [Lucifero dice] Per impedire uno solo di questi atti d'amore, invio volentieri le mie più potenti legioni, poiché se non riesco a dannare le anime possedute da Adonai, sono almeno fiero di far perdere loro il più piccolo grado di gloria. (Teresa di Lisieux)
  • S'el fu sì bel com'elli è ora brutto, | e contra 'l suo fattore alzò le ciglia, | ben dee da lui procedere ogne lutto. (Dante Alighieri, Divina Commedia)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]