Marina Ripa di Meana

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Marina Ripa di Meana nel 2003

Marina Elide Punturieri detta Marina, coniugata Ripa di Meana e precedentemente nota come Marina Lante della Rovere (1941 – 2018), personaggio televisivo, stilista e scrittrice italiana.

Citazioni di Marina Ripa di Meana[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Slogan su una foto che la ritraeva nuda con i peli pubici in evidenza] L'unica pelliccia che non mi vergogno d'indossare.[1]
  • Non credo ai matrimoni, figuriamoci se credo ai matrimoni gay.[2]
  • [Parlando di Alberto Sordi] Non gli sono mai piaciute particolarmente le donne. Lo feci accompagnare da un'amica bellissima a ritirare un premio e lui prese stanze separate. La mattina, riportandola a Roma, si fermò in autogrill per chiamare la sorella Aurelia: "Aho', butta la pasta, sto tornando". Poi, abbiamo litigato per la sua tirchieria e non l'ho più visto.[3]
  • [Parlando di Franco Angeli] L'ho amato di un amore folle. Così folle che, per procurargli la droga, ho fatto di tutto. Compreso prostituirmi.[3]
  • [Parlando di spiagge private di lusso] Le differenze devono esistere. Non esiste che un Paese come l'Italia sia solo sovrappopolato da buzziconi e gente smutandata, da gente orrenda. Assolutamente devono esserci le differenze![4]

Invecchierò ma con calma[modifica]

Incipit[modifica]

Un tempo avevo quarant'anni. Un cappuccino, un cornetto e sono già a settanta.
Non lo dico con nostalgia; non voglio fare come Simone Signoret, casque d'or del cinema francese, che nella sua autobiografia disse che nemmeno la nostalgia era più quella d'una volta.
Perché esiste un segreto, per viaggiare nel tempo.

Citazioni[modifica]

  • Una delle cause che più ho preso a cuore nel corso della mia vita è la difesa e la tutela degli animali. È una tematica che si rinnova continuamente, perché è alimentata dalle innumerevoli novità di un rapporto in perenne evoluzione: quello degli esseri umani con il mondo animale. Un universo, che ogni giorno investe molteplici aspetti della nostra vita quotidiana, dall'alimentazione, alla convivenza degli uomini con gli animali domestici, dal riconoscimento dei diritti giuridici degli animali, agli innumerevoli interessi che gravitano attorno all'industria dei prodotti per animali. (cap. 9)
  • Vorrei qui citare un mio mito, Jill Phipps. Nel 1995 questa bella ragazza di trentun anni, che manifestava a Coventry, nel Regno Unito, contro l'esportazione di vitelli vivi in Olanda, finì sotto un camion adibito al trasporto degli animali. [...] Jill è diventata una figura mitica della battaglia in difesa degli animali, e per lei nutro qualcosa di più che semplice ammirazione. (cap. 9)

Note[modifica]

  1. 1996; citato in Quando Marina Ripa di Meana posò nuda per la campagna anti pellicce, Ansa.it, 5 gennaio 2018.
  2. Dal programma televisivo Tagadà, La7, 9 novembre 2015. Video disponibile su YouTube.com.
  3. a b Dall'intervista di Candida Morvillo, Marina Ripa di Meana: «Quando Agnelli mi trovò a letto con due uomini», Corriere.it, 4 dicembre 2016.
  4. Dal programma televisivo Dalla vostra parte – Le Storie; citato in Marina Ripa di Meana difende i ricchi: "Italia piena di buzziconi, le differenze devono esserci", Tv.fanpage.it, 20 giugno 2017.

Bibliografia[modifica]

Filmografia[modifica]

Altri progetti[modifica]