Marta di Betania

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Santa Marta, 1497

Santa Marta di Betania (Tamar) (I secolo circa – 68 circa), figura biblica descritta nei Vangeli secondo Luca e Giovanni come sorella di Maria Maddalena e Lazzaro.

Citazioni su santa Marta[modifica]

Jacopo da Varazze[modifica]

  • Dopo l'ascensione del Signore, quando gli apostoli si dispersero, Marta con sua sorella Maria Maddalena e suo fratello Lazzaro, in compagnia anche di Massimino, che le aveva battezzate e a cui lo Spirito Santo le aveva affidate, e di molti altri, furono caricati dagli infedeli su di una zattera e gettati in mare senza remi né vele, né timone né viveri: tuttavia, guidati dal Signore arrivarono sino a Marsiglia. Andarono poi nella zona ove sorge Aix-en-Provence, ove convertirono gli abitanti alla fede: Marta infatti era una buona parlatrice, ed era gradita a tutti.
  • Marta, che ha il titolo di merito di aver ospitato Gesù, era di origine regia tanto da parte del padre Siro, quanto da parte della madre, Eucaria. Il padre Siro, governava la Siria e molte città marine, mentre Marta, con sua sorella, era padrona, per linea materna delle intere città di Magdala e di Betania, oltre che di una parte di Gerusalemme.
  • Non risulta da nessuna fonte scritta che mai si fosse sposata, né che mai abbia avuto relazioni con uomini. Era lei che, come nobile padrona, voleva servire il Signore, insistendo che anche la sorella servisse, poiché pensava che per un tale ospite non bastasse il servizio del mondo intero.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]