Maria Griffo Gallo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Noi no)
Jump to navigation Jump to search

Maria Griffo Gallo (1910 – ?), scrittrice italiana.

Noi no[modifica]

Incipit[modifica]

Continuarono a camminare un po' in silenzio. Ad un tratto il bambino chiese: – Quanti ne abbiamo, mamma?
– Due mi pare... no, tre. Oggi tre. Perché, Sergio?
– Allora il giornale è d ieri, c'è scritto: mercoledì due.
È di ieri? Fa vedere; hai ragione, ci hanno venduto il giornale di ieri.
– Ci hanno imbrogliato – fece Sergio.
– No, forse non se ne sono accorti. – Poi soggiunse: Non importa, per quello che si legge sui giornali!
Salivano su per la curva del viale. Giugno aveva rinverditi i platani che davano un'ombra dolce sui marciapiedi. Non faceva caldo, ma ci si sentiva stanchi non appena si imboccava il viale: benché la salita fosse lenta si prendeva un'andatura affaticata.

Citazioni[modifica]

  • Una volta Churchill, Hitler e Mussolini si riunirono a colloquio. Dissero: «C'è una grande vasca con dentro un solo pesce; a turno secondo la sorte cercheremo di prenderlo, chi vi riuscirà sarà il vincitore di questa guerra». Per primo fu tratto a sorte Mussolini per la prova. Egli si levò la giacca, rimboccò le maniche, cacciò la testa nell'acqua, sbuffò bolle e spruzzi, gridò roboanti minacce, bestemmiò anche finché, sfinito, fu portato a braccia lontano dalla vasca.
    Secondo fu a provare Hitler: egli radunò il suo Stato maggiore, si fece portare la pianta precisa della vasca, prese misure di lunghezza, larghezza e profondità, chiese il volume dell'acqua e il peso specifico del pesce... poi decretò con matematica, teutonica precisione: «Alla tale ore, al tale minuto il pesce dovrà passare di qui». Attese, tuffò la mano, e la ritrasse col pesce, ma subito questo, con improvviso guizzo, sparì di nuovo sott'acqua.
    «Siete stato a un pelo dalla vittoria» sorrise allora Churchill che stava bevendo il suo tè. «Ora tocca a me». Egli terminò di sorbire la bevanda e col suo cucchiaino incominciò a vuotare la vasca pazientemente... «Che fate?» gli chiese Hitler. «Quando la vasca sarà vuota potrò prendere il pesce tranquillamente!» Non tutti conoscevano la barzelletta che divertì la compagnia. Tutti risero. Drina disse:
    – Io so il seguito. Me l'hanno raccontato a Milano.
    – Il seguito? Ma se finisce qui!
    – No. Si dice che Churchill abbia vuotato la vasca cucchiaino per cucchiaino e quando già il pesce boccheggiava ed egli stava per allungare la mano, sia passato Stalin e se lo sia preso!... (p. 120-121)

Bibliografia[modifica]

  • Maria Griffo Gallo, Noi no, Baldini e Castoldi, Milano 1946.