O. J. Simpson

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da O.J. Simpson)
Jump to navigation Jump to search
O. J. Simpson nel 1986

Orenthal James (O. J.) Simpson (1947 – vivente), giocatore di football americano e attore statunitense.

Citazioni di O. J. Simpson[modifica]

  • Da ragazzo cresciuto nel ghetto, una delle cose che desideravo di più non era il denaro, era la fama. Volevo essere riconosciuto. Voglio che la gente dica: "Ehi, quello è O. J.!"
As a kid growing up in the ghetto, one of the things I wanted most was not money, it was fame. I wanted to be known. I want the people to say, "Hey, there goes O. J.!" (registrazione audio d'archivio[1])
  • Il mio più grande traguardo è stato il fatto che le persone mi vedessero prima di tutto come un uomo, non come un uomo di colore. Ero un invitato a un matrimonio in compagnia di mia moglie e alcuni amici ed eravamo gli unici neri lì. Ho sentito una signora dire: "Guarda, c'è O. J. Simpson con dei negri." Non è strano? Queste cose mi feriscono, anche se mi batto per essere prima di tutto un uomo. Forse saranno i soldi, sarà una questione classista. Il negro è sempre identificato con la povertà. Ma poi quando pensi a un nero pensi a Willie Mays, non a Bill Cosby. Perciò è qualcosa di più dei soldi. [...] quello che sto facendo non è per principio o in onore dei neri. No, lo faccio prima di tutto per O. J. Simpson, sua moglie e suo figlio.
My biggest accomplishment is that people look at me like a man first, not a black man. I was at a wedding, my wife and a few friends were the only Negroes there, and I overheard a lady say, "Look, there's O. J. Simpson and some niggers." Isn't that weird? That sort of thing hurts me, even though it's what I strive for, to be a man first. Maybe it's money, a class thing. The Negro is always identified with poverty. But then you think of Willie Mays as black, but not Bill Cosby. So it's more than just money. [...] what I'm doing is not for principles or black people. No, I'm dealing first for O. J. Simpson, his wife and his baby.[2]
  • La prima selezione della giuria è interessante. Non ho mai, mai in vita mia guardato alla razza. Ora sono nella posizione di sedermi nella stanza della giuria e contare i neri presenti. Non ho mai notato quanti neri c'erano in una stanza. E adesso sto contando i neri nella stanza. Sto contando gli asiatici nella stanza. Tutto ad un tratto il sistema mi ha costretto a guardare le cose dal punto di vista razziale.
It's interesting in the jury pool. I never, ever in my life looked at race. Now I'm in the position where I sit in that jury room and I'm counting the blacks in the room. I never knew how many blacks was in the room. Now I'm counting the blacks in the room. I'm couting the Asians in the room. Now all of a sudden the system has forced me to look at things racially. (registrazione audio d'archivio[3])
  • Non ho, non avrei potuto e non avrei neanche voluto commettere questo crimine.
I did not, could not and would not have committed this crime. (22 settembre 1995, durante il processo in cui è accusato di aver ucciso l'ex moglie e il suo amante[4])
  • Non so come sono finito qui. Proprio non so come ci sono finito. Pensavo di aver vissuto un gran vita. Pensavo di aver trattato tutti in modo corretto. Ce l'ho messa tutta per rendere tutti felici e accolti. Sentivo la bontà in me e la bontà negli altri. Non sento alcuna bontà dentro di me in questo momento. Mi sento vuoto. Mi sento completamente vuoto. Sentivo di avere un'ultima cosa da dire a qualcuno. Per favore, ricordatemi come "The Juice". Per favore, ricordatemi come un brav'uomo. Per favore.
I don't know how I ended up here. I just don't know how I ended up here. I thought I lived a great life. I thought I treated everybody well. I went out of my way to make everybody comfortable and happy. I felt the goodness in myself and the goodness I gave people. I don't feel any goodness in myself right now. I feel empty. I feel totally empty. I felt I have some last thing I gotta say to somebody. Please remember me as "The Juice". Please remember me as a good guy. Please. (registrazione audio del 17 giugno 1994[5])
  • Sono innocente al 100%.[6]

Citazioni su O. J. Simpson[modifica]

  • Ho paura che quest'uomo prima o poi mi ucciderà. (Nicole Brown Simpson[7])
  • Non solo abbiamo giocato la carta della razza, ma l'abbiamo giocata sottobanco. (Robert Shapiro[8])
  • O. J. Simpson era l'atleta controrivoluzionario. L'America bianca era alla ricerca di qualcuno che potesse annullare la minaccia degli aggressivi atleti neri con principi che stavano per fare la rivoluzione nello sport. O. J. faceva sentire bene le persone. (Robert Lipsyte)
  • – O. J. non ha fatto niente per noi. Vedete dei parchi qui intorno donati da lui? Centri per l'infanzia? Invece a Jim Brown stava a cuore il popolo dei neri. Era un attivista, a fatti e parole. Ma Simpson si è arricchito ed è sparito per sempre. Lui si è trasformato in bianco.
    – Be', ora lo insegue la polizia: è di nuovo nero! (American Crime Story)
  • – Simbolo del successo, atleta famoso, imprenditore...
    – ...che passa le giornate giocando a golf con vecchi ricconi bianchi e le notti a letto con giovani ragazze bianche. O. J. è il simbolo di chi scappa dalla sua gente appena ha l'occasione! (American Crime Story)

Note[modifica]

  1. Visibile nella prima parte del documentario O.J.: Made in America (2016), regia di Ezra Edelman.
  2. (EN) Citato in Robert Lipsyte, Behind the Easy Smile, O. J. Was Hard to Read, NYTimes.com, 19 giugno 1994.
  3. Visibile nella terza parte del documentario O.J.: Made in America (2016), regia di Ezra Edelman.
  4. (EN) Citato in Simpson proclaims his innocence before judge, Cnn.com, Los Angeles, 22 settembre 1995.
  5. Visibile nella quinta parte del documentario O.J.: Made in America (2016), regia di Ezra Edelman.
  6. Citato in AA.VV., Il libro del crimine, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 248. ISBN 9788858019412
  7. Citato in AA.VV., Il libro del crimine, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 246. ISBN 9788858019412
  8. Citato in AA.VV., Il libro del crimine, traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 251. ISBN 9788858019412

Film[modifica]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]