L'inferno di cristallo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

L'inferno di cristallo

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

The Towering Inferno

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1974
Genere catastrofico, drammatico
Regia John Guillermin, Irwin Allen
Soggetto Frank M. Robinson, Thomas N. Scortia, Richard Martin Stern
Sceneggiatura Stirling Silliphant
Produttore Irwin Allen
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Edizione originale

Ridoppiaggio (2003)

Note
  • Vincitore di 3 premi Oscar (1975):
    • Migliore fotografia
    • Miglior montaggio
    • Miglior canzone

L'inferno di cristallo, film statunitense del 1974, regia di John Guillermin e Irwin Allen.

Incipit[modifica]

A coloro che sacrificano la propria vita perché altri possano continuare a vivere. Questo film è dedicato con gratitudine a tutti i vigili del fuoco del mondo. (Voce fuori campo)

Frasi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Jim, tu soffri di un grave complesso del mattone. (Doug) [riferendosi al fatto che è un imprenditore immobiliare]
  • Che c'è? Qualcuno ha attaccato la carta da parati alla rovescia? (Dan Bigelow) [vedendo tutti molto preoccupati per i problemi tecnici nell'edificio]
  • Si fa l'amore con una donna e dopo non c'è nessuna prova evidente. Niente che possa rivelarlo. Insomma, guarda te, potresti anche stare andando in chiesa. (Roger) [a Lorrie]
  • Certe volte quando dici esattamente le stesse frasi e alzi un sopracciglio nello stesso esatto modo io vedo e sento tuo padre. Siete due in uno, come un grosso albero con un piccolo albero accanto, dov'è caduta la ghianda. (Roger) [a Patty]

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Jim: C'è un vecchio detto, non so se lo conosci: "Per quanto possa far caldo lassù durante il giorno..."
    Jim e Doug [in coro]: "...non c'è un'accidente da fare durante la notte."
  • Doug: Dobbiamo parlare...
    Susan: No, è la mia pausa pranzo. [lo bacia appassionatamente]
    Doug: Non sono mica un tramezzino, sai?
  • Roger: Mi prometti una cosa?
    Lorrie: Cosa?
    Roger: Se mai cominciassi a considerarti mia di diritto prendi provvedimenti.
    Lorrie: E che cosa mi consigli?
    Roger: Taglia le linee telefoniche, versami addosso del caffè, picchiami sul naso...
    Lorrie: Lo prometto. [giuramento]
  • Mike: Uff, gli architetti...
    Doug [sarcastico]: Sì, è sempre colpa nostra.
    Mike: Lo sanno tutti che non abbiamo un modo sicuro di combattere un incendio oltre il settimo piano, ma voi continuate tranquillamente a fare grattacieli.
    Doug: Senta, è qui per combattere me o l'incendio?
  • Mike [parlando della divisa da pompiere]: Perché fanno questa maledetta roba così pesante?
    Kappy: Vuole la vita facile, capo?
    Mike: Perché non possono studiare delle tenute adatte per noi come per i giocatori di rugby?
    Kappy: Chi paga per vederci giocare?
  • Doug: Credevo avessimo costruito un posto in cui si potesse vivere e lavorare in sicurezza. Se volevi risparmiare dovevi farlo sul numero dei piani, non sul materiale!
    Jim: Sta' a sentire: ogni decisione che è stata presa, di usare in certi casi materiali diversi, è stata presa perché io quale costruttore ne avevo pienamente diritto. Dovevo solo rispettare le norme di legge e io le ho rispettate!
    Doug: Ecco che ci risiamo. "Le norme di legge". Andiamo, Duncan, è la solita scusa comoda di quando sei nei guai. Vedi, sono dovuto andare un po' in giro... I condotti non hanno protezione antifiamma, i corridoi non hanno porte antincendio, gli estintori a pioggia non vanno e l'impianto elettrico è buono a che cosa? È buono soltanto a causare incendi! Ma dov'ero io mentre succedeva tutto questo? Forse sono colpevole quanto te e quanto quel tuo maledetto genero! Come ti chiamano quando uccidi il prossimo?
  • Doug: Attenzione! Dovete legarvi a qualcosa con tovaglie, corde, cinture... Tutto quello che trovate!
    Jim: Accidenti, Carlos, non vorrai legarti a una cassa di bottiglie!
    Carlos: Ma sono quelle del '29!

Citazioni su L'inferno di cristallo[modifica]

Frasi promozionali[modifica]

  • L'avventura più spettacolare del secolo.[1]
  • Solo per chi ha i nervi d'acciaio!
Tylko dla ludzi o mocnych nerwach![2]
  • Una piccola scintilla si trasforma in una notte di suspense infuocata. L'edificio più alto del mondo è in fiamme. Siete tra i 294 ospiti. Non c'è via d'uscita. Non c'è via di scampo.[3]

Note[modifica]

  1. Dalla locandina in italiano. Cfr. Foto locandina da L'inferno di cristallo, FilmTV.it
  2. Dalla locandina in polacco. Cfr. L'inferno di cristallo (1974), IMDb.com
  3. Dalla locandina in italiano. Cfr. L'inferno di cristallo - Film (1974), ComingSoon.it

Altri progetti[modifica]