Otto Weininger

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Otto Weininger, 1903

Otto Weininger (1880 – 1903), filosofo austriaco.

  • Da una stazione non si partirà mai per la libertà.[1]
  • Malattia e solitudine sono affini. Alla minima malattia, l'uomo si sente ancora più solo di prima. (da Letzte Aphorismen, in Über die letzten Dinge, Braumüller, Vienna 1907)
  • Qui a Siracusa sentii ier l'altro sera suonare dalla musica militare la Cavalleria rusticana, in un sito magico, sulla spiaggia del mar ionico illuminato dalla luna, fra la fonta Aretusa cinta di papiri, e le navi a vela del porto. Quando Mascagni la scrisse era «grande»... (da Sesso e carattere. Un 'indagine sui principi)
  • Siracusa è il luogo più singolare della terra. Qui non potrei che nascere o morire – vivere mai. (da Lettere ad Arthur Gerber, Taccuino e lettere)

Note[modifica]

  1. Citato in Focus n. 89, p. 150.

Bibliografia[modifica]

  • Otto Weininger, Sesso e carattere. Un 'indagine sui principi a cura di Giovanni Sampaolo, Edizioni Studio Tesi, 1992.
  • Otto Weininger, Taccuino e lettere, a cura di M. Cometa, Edizioni Studio Tesi, 1986.

Altri progetti[modifica]