Luna

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
La Luna

Citazioni sulla Luna.

  • Andammo sulla Luna come tecnici; tornammo come filantropi. (Edgar Mitchell)
  • Bocca baciata non perde ventura | anzi rinnuova come fa la luna. (Giovanni Boccaccio)
  • Celeste paölotta. (Giosuè Carducci)
  • Cercar che giova? Al buio non si trova. | Ma per fortuna è una notte di luna, | e qui la luna l'abbiamo vicina. (La bohème)
  • Cinque volte racceso e tante casso | lo lume era di sotto dalla luna | poi ch'entrati eravam nell'alto passo. (Dante Alighieri)
  • Dal fondo delle strade, dall'ombra dei giardini, dal quadro nero delle finestre mille occhi umani si alzano verso la luna; scende un sottile raggio di luce, s'inoltra la lenta inondazione negli occhi e nei cuori, ed ogni volta trae alla superficie, galleggiante nel fulgore perlaceo, un sorriso o un sospiro, un desiderio o un rimpianto. (Giuseppe Fanciulli)
  • E come 'l volger del ciel della luna | cuopre e riscopre i liti sanza posa, | così fa di Fiorenza la Fortuna: | (Dante Alighieri)
  • È sera con la luna. Ti stanchi a passeggiare. Staresti tutta la notte fuori, così, a bearti delle cose sotto la luna che t'appaiono eterne: così le porte chiuse, i camini, i muri dei giardini. Con tutte le cose vorresti stare un po' assieme e vedere come la luna tramonta, ascoltando i gemiti di questi uccellacci notturni. (Rocco Scotellaro)
  • È tutta colpa della luna, quando si avvicina troppo alla terra fa impazzire tutti. (William Shakespeare)
  • Gobba a ponente, | Luna crescente! | Fuori, lucertole – e moscerini, | Bruchi, larvucce – e farfallucce | Lumache e rane – fuor dalle tane! Il segno è certo, – Tutti all'aperto! | Presto, rotonda – e rubiconda | Nella bonaccia – la bella faccia | Risplenderà. (Emilio Praga)
  • Guarda la luna che sorge, | su dall'est la rotonda luna argentea, | bella sui tetti, sinistra, fantomatica luna, | luna silente, immensa. (Walt Whitman)
  • Io considero sempre la luna come l'occhio stesso di Dio che mi inviti in tono serio d'avvertimento: «Vieni, vieni nella dimora del tuo Padre celeste». (Henny Koch)
  • La luna è come la libertà: sta in cielo e in fondo al pozzo. (Antonio Delfini)
  • La Luna è umida e fredda ed è favorevole alle piante per la sua freddezza ed umidità, a causa della neve, della pioggia e della rugiada. Saturno è secco e freddo e, a causa del gelo, è nocivo alle piante. E al nuocere, la Luna si accorda con Saturno a causa del freddo, e Saturno e Marte a causa della secchezza, poiché, a causa del gelo, le piante bruciano. (Raimondo Lullo)
  • La luna nello scempiato alone non è che un occhio, tutto | mangiato dalle mosche, che emana lume di lutto. (Jules Laforgue)
  • La Luna, per colui che pensa in termini di eternità, è il fulgente memento mori che Dio ripete ogni giorno alla «gran madre antica». (Giovanni Papini)
  • La luna strisciò tonda sotto l'intelaiatura della finestra. Non era più un alone crocifisso, era la faccia grassa e oscena di un curioso che fruga con gli occhi camere e letti. (Erich Maria Remarque)
  • Luna, romita aerea, | Tranquillo astro d'argento! | Come una vela candida | Navighi il firmamento: | Come una dolce amica | Per sua carriera antica | Segui la terra in ciel. (Giunio Bazzoni)
  • Luna, tu parli solamente a chi è innamorato | chissà quante canzoni ti hanno già dedicato | ma io non sono come gli altri | per te ho progetti più importanti. (Gianni Togni)
  • Non più la luna è cielo a noi, che noi a la luna. (Giordano Bruno)
  • Ognuno di noi è una luna e ha un lato oscuro che non mostra mai a nessuno. (Mark Twain)
  • Per anni i politici hanno promesso la luna: io sono il primo in grado di darvela. (Richard Nixon)
  • Più alta, più alta, la luna si faceva anche più piccola; ma il fulgore raccolto era sempre maggiore. Dal sommo del cielo la luna inondava di luce i campi delle stelle tramortite, e tutta la faccia della vecchia terra lontana. (Giuseppe Fanciulli)
  • Se il Sole e la Luna dovessero dubitare, subito si spegnerebbero. (William Blake)
  • Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. (Oscar Wilde)
  • Tramontata è la luna, | tramontate le Pleiadi. | È a mezzo la notte; | trascorre il tempo; | io dormo sola. (Saffo)
  • Un uomo sulla luna non sarà mai interessante quanto una donna sotto il sole. (Leopold Fechtner)

Proverbi[modifica]

Italiani[modifica]

  • A luna scema non salare, a luna crescente non tosare.
  • A volte si crede di trovare il sole d'agosto e si trova la luna di marzo.
  • Al quinto dì della luna vedrai quale mese avrai.
  • Alla luna di febbraio potar si deve.
  • Alla luna settembrina sette lune le s'inchina.
  • Bisogna fare il muso, secondo la luna.
  • Chi taglia a luna nuova, fa mala prova.
  • Gobba a levante, luna calante; gobba a ponente, luna crescente.
  • Gran vento di luna vecchia, porta buon tempo.
  • La luna è bugiarda; quando fa C, diminuisce e quando fa D, cresce.
  • La luna, non si cura dell'abbaiar dei cani.
  • La luna, regge il lume ai ladri.
  • La luna, se non riscalda, illumina.
  • L'anno di tredici lune, fa piangere i bimbi nelle cune.
  • Luna cerchiata, o vento o pioggia.
  • Luna di febbraio, madre di vendemmia.
  • Luna mercolina è peggio di tempesta e brina.
  • Luna merculina, pioggia e tempesta.
  • Luna nuova, tre giorni in prova.[1]
  • Luna pallida annuncia la pioggia, la rossa marca il vento e la chiara promette il bel tempo.
  • Luna piena di Natale, gran siccità è male.
  • Non passa Carnevale senza luna di febbraio.
  • Quando la luna è tonda, essa spunta e il sol tramonta.
  • Quando la luna viene nei primi dieci dì, non è di quel mese lì.
  • Quando si va a messa di mezzanotte con la luna, chi ha due vacche ne venda una.
  • Se in luna nuova s'è feriti si tarda a guarire.

Toscani[modifica]

  • Donna e luna, oggi serena e domani bruna.
  • Luna mercurina tutto il ciel ruina.
  • Ogni granchio, ha la sua luna.

Istriani[modifica]

  • Luna colegada, barca pareciada.
Luna velata, barca armata. [pronta a prendere il largo].
  • Luna piena, l'equipaio se remèna
Luna piena, l'equipaggio si agita.
  • Quando la luna va in garbin – lassa le togne e tiente al vin.
Quando la luna va in garbino [sinonimo di libeccio], lascia le togne [2] e tieniti al vino.

Note[modifica]

  1. Il proverbio si riferisce al tempo atmosferico. Vedasi proverbio latino: Prima et secunda nihil, [...] tota luna equalis alla sezione Latini.
  2. Togna: attrezzo da pesca quadrangolare di sughero o legno sul quale si avvolge la lenza.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Altri progetti[modifica]