Reinhard Heydrich

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
La lettera con cui Hermann Göring ordinò a Reinhard Heydrich di preparare una "soluzione finale" della questione ebraica nella sfera d'influenza tedesca in Europa

Reinhard Tristan Eugen Heydrich (1904 – 1942), detto der Henker (il boia), militare e gerarca nazista tedesco.

Il comandante della polizia politica[modifica]

Incipit[modifica]

[Ordinanza di Heydrich contro i comunisti (1935)] A tutte le polizie politiche fuori di Prussia
L'attività dei funzionari comunisti, particolarmente intesa negli ultimi tempi. esige assolutamente che si rivolga ad essi e ai loro collaboratori una speciale attenzione e che vengano combattuti nel modo più deciso.

Citazioni[modifica]

  • 1. Le persone che sino alla rivoluzione hanno svolto attività in senso comunista e sono ora nuovamente sospette di attività illegale, debbono essere arrestate e tradotte in un campo di concentramento.
  • 3. I funzionari comunisti che, a pena scontata, stanno per essere dimessi, debbono essere in linea di principio fermati per ragioni di sicurezza, quando si tratti di pericolosi avversari dello Stato, o quando si possa supporre che si porranno di nuovo a disposizione del partito comunista tedesco illegale.

Il capo della polizia politica[modifica]

Incipit[modifica]

[Rapporto di Heydrich dopo la «Notte di cristallo (1938)»] Al sig. Presidente del Consiglio dei ministri federmaresciallo generale Göring nelle mani del dott. Gritzbach direttore di ministero
Berlino W 8
Leipziger Str. 3
Oggetto: Azione contro gli ebrei
I rapporti finora pervenutici dalle diverse sedi della polizia di Stato hanno fornito, sino all'11 novembre 1938, il seguente quadro generale:
in numerose città si sono verificati saccheggi di negozi e ditte commerciali ebraiche. Allo scopo di evitare ulteriori saccheggi sono state prese, in ogni caso, severe misure. 174 persone sono state arrestate per saccheggio.
Non è per ora possibile fissare in cifre l'entità delle distruzioni di negozi e di appartamenti di ebrei.

Citazioni[modifica]

  • Sono stato arrestati circa 20.000 ebrei, in più 7 ariani e 3 stranieri. Questi ultimi sono stati fermati per ragioni di sicurezza personale.
  • Sono stati denunciati 36 casi di morte, e altri 36 di feriti gravi. I morti e i feriti sono ebrei.

Citazioni su Reinhard Heydrich[modifica]

  • Heydrich fu una personalità tutt'altro che solida. Dietro la statura minacciosa nella sua inumanità solo apparentemente salda e imperturbabile, si nascondeva un temperamento nervoso facilmente eccitabile, che conosceva i suoi tormenti segreti ed era continuamente assalito da angosce, amarezze e odio verso se stesso. [...] Reinhard Eugen Heydrich era segnato da un marchio indelebile che lo faceva soffrire le pene dell'inferno: aveva antenati ebrei. (Joachim Fest)
  • In lui le capacità intellettuali si accompagnarono ai caratteri somatici, per cui egli poteva apparire la conferma della teoria della «stretta relazione tra psiche e razza»: l'anticipazione di quel nuovo tipo d'uomo che avrebbe dovuto essere distillato dal torbido materiale biologico del popolo tedesco attraverso «una serie d'incroci obbligati» e allevato in scuole speciali; «il tipo d'uomo», come Hitler dichiarò, «padrone della vita e della morte, che comanda sulla paura e sulla superstizione, che ha imparato a dominare il suo corpo, i suoi muscoli e i suoi nervi... ma che non si lascia vincere dalle tentazioni dello spirito e da una sedicente libertà scientifica». (Joachim Fest)

Bibliografia[modifica]

  • Reimund Schnabel, Il disonore dell'uomo (Macht ohne Moral), traduzione di Herma Trettl, Paperbacks Lerici, Milano 1966.

Altri progetti[modifica]