Hermann Göring

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Hermann Göring al processo di Norimberga

Hermann Wilhelm Göring (1893 – 1946), politico e militare tedesco.

Citazioni di Hermann Göring[modifica]

  • Io non ho nessuna coscienza! La mia coscienza è Adolf Hitler. (citato in Theodor Schieder, Hermann Rauschning «Gespräche mit Hitler» als Geschichtsquelle, Opladen 1972, p. 19, nota 25; citato in Joseph Ratzinger, Euntes Docete, Commentaria Urbaniana, Roma, XLIII/1990/3, p. 431-436; citato in Newman – uno dei grandi maestri della Chiesa, Centro Internazionale degli Amici di Newman)
  • Ringrazio il mio Creatore di non sapere che cosa significhi obiettivo... Preferisco sparare un paio di volte troppo vicino o troppo lontano, ma almeno sparo... Ho spiegato chiaramente alla mia polizia: se si spara, sono io che sparo, se uno è per terra morto, sono io che l'ho ammazzato! (dinanzi al Tribunale del Reich; citato in Reimund Schnabel, Il disonore dell'uomo, 1966)
  • [In risposta a Gheorghi Dimitrov] Vi insegnerò io ciò che sa il popolo tedesco. Il popolo tedesco sa che la vostra condotta qui è inqualificabile, che siete venuto in Germania per incendiare il Reichstag. Non sono venuto in tribunale per subire il vostro interrogatorio, né per sentire le vostre rimostranze, per me siete un criminale che deve essere impiccato. (dal processo di Lipsia del 1933; citato in Stella Blagoeva, Gheorghi Dimitrov, Editori Riuniti, 1972)

Attribuite[modifica]

  • Quando sento qualcuno parlare di cultura, la mano mi corre al revolver. [1]

Citazioni su Hermann Göring[modifica]

  • Forse vi domanderete come sia possibile che una nazione [la Germania] di sessantasei milioni di esseri intelligenti si voglia sottomettere ad uno straniero, un tappezziere austriaco [Adolf Hitler], e nemmeno molto in gamba a quanto mi dicono, e a pochi suoi simili come Göbbels e Göring che dettano ogni singolo gesto della vita del popolo germanico. (George William Mundelein)
  • Quel bue ciccione di Göring che arraffa quattrini e decorazioni. (Galeazzo Ciano)

Note[modifica]

  1. Pare in effetti che Göring amasse ripetere questa frase, che tuttavia origina da una battuta del dramma Schlageter, in cui un personaggio si rivolge all'omonimo protagonista esclamando "Quando sento parlare di cultura [...] tolgo la sicura alla mia Browning!" La battuta originale in lingua tedesca

Altri progetti[modifica]