Roberto Bazlen

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Roberto Bazlen

Roberto Bazlen, meglio conosciuto come Bobi Bazlen (1902 – 1965), critico letterario, traduttore e scrittore italiano.

Citazioni di Roberto Bazlen[modifica]

  • [Su Federico García Lorca] Che melensaggine e bovarismo sotto la poesia.[1]
  • Siete diventati matti di volermi far collaborare a una rivista? Io sono una persona per bene che passa quasi tutto il suo tempo a letto, fumando e leggendo, e che esce ogni tanto per far qualche visita o per andare al cinematografo. Per di più manco completamente di spirito messianico divulgativo, e non ho mai inteso nessun bisogno di partecipare agli altri le mie idee, tanto meno a lettori di riviste.[2]

Note senza testo[modifica]

  • È un mondo della morte − un tempo si nasceva vivi e a poco a poco si moriva. Ora si nasce morti − alcuni riescono a diventare a poco a poco vivi.
  • La megalomania è il primo passo verso la grandezza.
  • L'intelligenza è uno strumento − e questo strumento è finito in mano agli stupidi.
  • Le persone vicine vanno tenute lontano.
  • Non insegnare nulla alla gente: sono capaci di imparare.

Citazioni su Roberto Bazlen[modifica]

  • Quando venne a trovarmi mandatomi non so da chi, egli fu per me una finestra spalancata su un mondo nuovo. Mi fece conoscere molte pagine di Kafka. (Eugenio Montale)

Note[modifica]

  1. Da Scritti, p. 280.
  2. Da una lettera del 1925, in Scritti, p. 363.

Bibliografia[modifica]

  • Roberto Bazlen, Note senza testo, a cura di Roberto Calasso, Adelphi, 1970.
  • Roberto Bazlen, Scritti, a cura di Roberto Calasso, Adelphi, 1984.

Altri progetti[modifica]